Nel club delle BMW over-600 c'è anche lei. Non è un'interpretazione ufficiale, ma frutto degli interventi (profondi) realizzati dal tuner G-Power. Cosa chiedere di più alla BMW M4 GTS, già capace di fare un giro al Nurburgring in 7'28" ed estremizzazione i concetti espressi con la M4 standard? Ad esempio più potenza. Il 3 litri biturbo poteva dare di più, a patto di rivedere a fondo la sovralimentazione, l'elettronica e la linea di scarico.

E se vi state chiedendo chi mai possa scegliere di apportare modifiche così approfondite su una sportivissima da oltre 150 mila euro, sappiate che quattro esemplari sono già stati elaborati. Nuova centralina elettronica, primo intervento che innalza a 575 cavalli e 740 Nm potenza e coppia del sei cilindri, da una base di partenza di 500 cavalli e 600 Nm. Uno step soft, per chi non vuole osare troppo. La spesa è contenuta in 3.200 euro. Ne vanno aggiunti altri 5.000 per salire ancora un gradino, arrivare a 615 cavalli e 760 Nm, con i quali si elabora il turbocompressore: nuova girante, nuovo alloggiamento, dimensioni maggiorate e una lavorazione per ridurre la massa e, conseguentemente, l'inerzia dettata da un elemento più grande. Così facendo G-Power ha ottenuto un aumento della massa d'aria e bilanciato la prontezza di risposta alla pressione dell'acceleratore.

L'opera è completa con l'abbinamento di un nuovo collettore, il downpipe privo di catalizzatore, in acciaio inossidabile, funzionale a ridurre la contropressione e incrementare l'efficienza del motore. Tra i benefici assicurati dal tuner dopo l'elaborazione, anche un abbassamento della temperatura dei gas di scarico, con la conseguente possibilità di aumentare la pressione di sovralimentazione.

Tutti parametri gestiti dall'elettronica, con l'ECU dotata di mappature specifiche per sfruttare al meglio la nuova configurazione. Altri componenti possono sostituirsi alla BMW M4 GTS, ad esempio scegliere l'intera linea di scarico in titanio, oppure solo i silenziatori (offerti anche in carbonio), proseguendo con cerchi da 20 o 21 pollici, forgiati, sospensioni regolabili con gruppo molla-ammortizzatore firmato KW e un cofano motore con due diverse tipologie di apertura per sfogare l'aria calda. 

Il Competition Package arriva su M3 e M4