Dell’eleganza di Range Rover Evoque resta poco dopo il trattamento Lumma. Raffinatezze come le maniglie a filo con la carrozzeria passano in secondo piano di fronte al tuning estetico realizzato dall’azienda tedesca.

Un bodykit per cominciare, in attesa di interventi ulteriori, con una linea di scarico sportiva e un assetto dall’altezza da terra ridotta, prossimi arrivi. La realizzazione del pacchetto è in PU-RIM, ovvero, poliuretano lavorato con un processo di stampaggio termoplastico a iniezione e reazione. Niente carbonio, ne beneficiano i costi e la rapidità d’installazione.

Ecco, costi: con 8.270 euro, in tuning Lumma di Range Rover Evoque la trasforma in CLR RE, un suv acquattato su carreggiate ampliate di 40 millimetri mediante distanziali (optional) e larghezza incrementata di 9 centimetri nell’insieme.

Archi passaruota, minigonne, fascia paraurti inferiore con griglia specifica, labbro supplementare sul frontale, prese d’aria disseminate sul cofano. È parte del trattamento Lumma CLR RE, che prosegue al retrotreno con il particolare del simil-diffusore sul paraurti e lo spoiler in 3 parti applicato alla base del lunotto.

Due diversi disegni di cerchi in lega condividono il diametro da 22 pollici e la gommatura sportiva, da 285/30. Cerchi e distanziali richiedono un extra di 5.200 euro. Chi avrà l’ardire di modificare anche gli interni potrà scegliere tra rivestimenti in pelle, Alcantara, superfici laccate o in fibra di carbonio.