Tra i tuner tedeschi che si distinguono per portare in alto la potenza di auto già ben dotate c’è sicuramente AC Schnitzer. L’azienda è nel settore da molto tempo, dal 1987, e uno dei suoi ultimi lavori riguarda la BMW M8 Competition. Il kit, estetico e meccanico, messo a punto del tuner è chiaramente indirizzato a quegli appassionati che non ne hanno mai abbastanza: più aggressività e più potenza per le versioni Coupé, Cabriolet e Gran Coupé della sportiva bavarese.

Cerchi un'auto usata? Sfoglia il nostro listino

Le modifiche al V8 biturbo

Il V8 biturbo della BMW M8 è stato modificato per passare da 625 a 710 CV e da 750 a 850 Nm. Un bel salto in avanti, non c’è che dire. Il sistema di scarico sportivo pensato dal team di AC Schnitzer ha i terminali in tre tonalità differenti: Carbon Sport, Sport o Sport Black. Per quanto riguarda le sospensioni, invece, il tuner ha introdotto nuove molle più sportive: la BMW si abbassa di 20 mm al posteriore e 15 mm all’anteriore. Il risultato? Un mix tra maneggevolezza e cattiveria.

Sfoglia la gamma BMW: tutti i modelli sul mercato

Come cambia il look

L’aspetto già sportivo della M8 si accentua grazie alle modifiche messe in atto da AC Schnitzer. Si parte con lo splitter montato sul paraurti anteriore e con le minigonne laterali in fibra di carbonio: due importanti dettagli per aumentare l’efficienza aerodinamica. Un’occhiata anche al posteriore, dove troviamo lo spoiler sdoppiato. Infine, i nuovi cerchi i lega montati su pneumatici ribassati da 20 o 21”.

Passando all’interno, i cambiamenti si notano appena, com’è nello stile del tuner tedesco. Palette del cambio al volante, pedaliera, poggiapiedi e vano per la chiave digitale si trasformano grazie al rivestimento in alluminio.

Manhart MH8 800, M8 da oltre 800 cv