Il concetto di sobrietà è sconosciuto, spessissimo, ai grandi suv. Figurarsi se un tuning, un'elaborazione come quella firmata da Brabus e battezzata Rocket, può seguire un filone diverso. 

Partendo dal Mercedes-AMG GLE 63 S 4Matic Coupé, già una bella dichiarazione di prestazioni velocistiche da supercar, Brabus 900 Rocket Edition va decisamente oltre. Arriva a reclamare la palma di suv più veloce sulla scena, perlomeno se il confronto lo si fa con i Bentayga, i Levante, gli Urus nelle loro proposte originali, non elaborate. 

Prestazioni da supercar

Corre fino a 330 km/h grazie ai 900 cavalli e 1250 Nm di coppia motrice, oltre a dichiarare un'accelerazione da 0 a 100 km/h in appena 3"2. Per un suv da oltre 2,3 tonnellate, non è affatto male. Sono i numeri possibili dopo profondi interventi tecnici, l'elaborazione del motore V8 4 litri biturbo va a stravolgere l'unità AMG. 

Motore, cambia tutto

Così, ecco l'incremento della cilindrata a 4,5 litri, frutto di un nuovo albero motore - fresato dal pieno -, corsa aumentata a 100 mm e alesaggio a 84 mm (pistoni e bielle specifiche). Non solo, poiché anche i turbocompressori Brabus risultano maggiorati nel compressore, da 52 millimetri di diametro. Ad alimentare la sete del V8, due pompe del carburante ad alta portata. Su tutto veglia la centralina elettronica elaborata dal tuner tedesco.

C'è un asterisco che accompagna la velocità massima di 330 km/h: è possibile solo nella configurazione d'assetto con cerchi Monobloc da 23 pollici gommati Continental, specifica alternativa ai cerchi da 24 pollici e disegno aerodinamico con finitura in carbonio. 

Stile, ok il carbonio interni da rivedere

Del look si può dire di un'esagerazione "funzionale". La fibra di carbonio spicca sul Superior Gray, tinta speciale per i 25 esemplari del 900 Rocket Edition, dotato di una linea di scarico Brabus, con valvole per il controllo attivo del sound e una modalità "silenziosa", ribattezzata Coming Home. Per non disturbare i vicini.

Il tuning non si limita a integrare appendici aerodinamiche riviste come lo spoiler posteriore o la calandra su misura. A bordo c'è da confidare nel buon gusto dei clienti, poiché l'accostamento rosso-carbonio, con rivestimenti in pelle e Alcantara, è decisamente lontano dal concetto di eleganza.

Dulcis in fundo, l'elaborazione comprende sospensioni a molle pneumatiche sviluppate da Brabus, in grado di ridurre l'altezza da terra di 25 millimetri rispetto alle specifiche proposte da Mercedes-AMG sul GLE Coupé.