La strada da seguire l'ha già indicata nuova Ibiza. E' quella della piattaforma MQB A0, architettura sulla quale prossimamente scopriremo anche la sesta generazione di Volkswagen Polo. 42 anni dopo e 14 milioni di esemplari venduti, il design sviluppa le linee della Polo ristilizzata nel 2014, da un frontale con gruppi ottici e calandra più perpendicolari al terreno alle forme nuove della fascia paraurti. Spigolosità marcate lungo la fiancata e una cornice dei finestrini molto simile al modello oggi sul mercato.

Avrà dimensioni superiori, soprattutto nel passo e in larghezza, destinata ad aumentare di circa 8 centimetri. Tutta un'altra abitabilità a bordo e tutta un'altra dinamica di marcia, senza contare i benefici in termini di capacità di carico. 

Sappiamo come la composizione dell'offerta a cavallo tra segmento B e C conterà anche il suv T-Roc, resta al curiosità di scoprire se la gamma di nuova Polo 2018 ruoterà unicamente intorno alla carrozzeria 5 porte o proporrà l'alternativa 3 porte. 

Quanto alle motorizzazioni destinate a trovar posto sotto il cofano, oltre al prestazionale 1.5 TSI da 150 cavalli e alla gamma di turbo benzina e diesel 3 cilindri, il futuro dovrebbe riservare anche una proposta bifuel turbo a metano 1.0 da 90 cavalli, recentemente presentata da Volkswagen al Vienna Motor Symposium. 

LA GAMMA VOLKSWAGEN E IL LISTINO PREZZI