Citroen C5, ritorno alla grandeur

Citroen C5, ritorno alla grandeur
Xavier Peugeot, direttore prodotto del Marchio è sicuro che la categoria si può rivoluzionare

di Francesco Forni

17 febbraio 2018

PSA ha piani ambiziosi per il futuro. Oltre a riportare Opel in attivo, Citroen punta a far tornare in auge in Europa le berline. Categoria che negli ultimi anni è stata messa ai margini dall’avvento dei SUV. La berlina medio-grande, per decenni status symbol, tornerà di moda.

Di recente il CEO Linda Jackson aveva affermato il desiderio del Marchio di tornare protagonista con un’ammiraglia sui generis, fuori dai cliché tradizionali. Affermando che una Casa auto per essere credibile, deve avere una grande berlina in gamma.

Xavier Peugeot, direttore prodotto di Citroen, ha rafforzato il concetto. Focalizzandolo su alcuni punti cardine. “La concept CXperience ha mostrato che siamo in grado di realizzare un’auto grande e comoda fuori dai canoni classici. La berlina classica è quasi morta in Europa. Dobbiamo reinventarla, rendendola moderna e attraente come i SUV. Con una berlina tradizionale, si finisce nei guai. I nostri designer devono essere motivati per fare qualcosa di diverso. Per rivoluzionare la categoria”.

L'oggetto in questione è ovviamente la futura Citroen C5. Una grande berlina lunga circa 4,90 metri.

Uscire dagli schemi per non rimanere nella nicchia. Citroen punta in alto: un campo minato, dove nel segmento E per adesso solo i colossi tedeschi sembrano riuscire tenere l’onda. Una sfida non facile.

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi