Angolo d’attacco, abitabilità dal più elevato percentile possibile, modalità di guida specifiche per il fuoristrada. Tutti temi inediti nella loro centralità intorno a un progetto per Aston Martin. DBX è il suv d’esordio, arriva dopo un lungo percorso di sviluppo e si annuncia da Pechino. Spiega come intende coniugare versatilità e prestazioni da granturismo, anzitutto.

Il design non tradisce elementi cruciali che descrivono una Aston Martin. L’ampia calandra, dalle curve che tornano a un richiamo più classico della tradizione del marchio rispetto, ad esempio, a Vantage. Da quest’ultima prende ispirazione per disegnare il bel posteriore con spoiler evidenziato dalla fascia di luci a led. Rispetta i canoni Aston.

Le 10 auto storiche più costose vendute all'asta: FOTO

Motore, twin turbo di solide garanzie

Sotto al cofano va il cuore dai natali tedeschi, il V8 4 litri biturbo di AMG, personalizzato nella tonalità dai tecnici di Gaydon. Sul piatto, 550 cavalli e 700 Nm, motore abbinato a un cambio automatico 9 marce e trazione integrale. L’albero di trasmissione è in fibra di carbonio, rinvia a una scatola di trasmissione centrale e, al posteriore, presenta un differenziale a slittamento limitato, controllato elettronicamente.

Dimensioni e peso da big

Del maxi-suv, Aston Martin DBX ha le dimensioni e la stazza, con 5.04 metri di lunghezza per 3.06 di passo. I 2 metri in larghezza garantiscono una presenza d’impatto su strada, mentre le 2,2 tonnellate sono la conseguenza anche di un abitacolo curato e “ricco”. La personalizzazione dei materiali, delle tipologie e colori di pelle per gli interni, fanno parte del naturale processo d’acquisto di un progetto del profilo di DBX, a introdurre una prima volta nel rivestimento in Alcantara del padiglione e della schermatura scorrevole sul tetto panoramico in vetro.

Legno, materiali compositi, lavorazioni in metallo, fino ai tessuti per l’80% in lana o le fibre derivate dal lino, è ampissima la gamma di soluzioni per cucirsi addosso il proprio DBX. Che, comodo, promette d’esserlo per una larga fetta di guidatori: 99° percentile uomini e 5° percentile donne.

Aston Martin DBS Superleggera, tuning da hypercar

Prestazioni, l'elettronica frena l'assetto

Altri numeri, della prestazione pura, posizionano DBX tra i super-suv con 291 km/h di velocità massima e uno 0-100 orari in 4”5. A controllare la dinamica di marcia penseranno sospensioni adattive, di tipo pneumatico, con 4 modalità di guida su strada e 2 specifiche per l’off-road.

Gestire il rollio indotto dalla massa imponente sarà un compito svolto dalle barre antirollio motorizzate, due elementi controllati da un attuatore alimentato a 48 volt, in grado di applicare fino a 1.400 Nm di coppia e contrastare i trasferimenti di carico. Assetto del quale va detto per segnalare l’altezza da terra variabile, da +45 mm rispetto alla posizione standard fino a -50 mm, estremi di un impiego evidentemente più votato al fuoristrada o alla guida veloce.

Prezzo, il listino appena sotto quota 200.000

Aston Martin DBX è già ordinabile, con un listino che parte da 193.500 euro. Le prime consegne sono programmate all’inizio della prossima primavera, con i primi 500 clienti che avranno il 1913 Package incluso. Una proposta limitata, con badge esclusivi, soglie battitacco, una verifica personale effettuata da Andy Palmer, un libro sul progetto DBX firmato dal responsabile dello stile Marek Reichmann e l’invito a un evento riservato ai clienti Aston presso un Waldorf Astoria localizzato in funzione della regione globale d’appartenenza.

Le soluzioni tutta versatilità

Perle di esclusività, di appartenenza a un “club”. Esclusività che, nel caso di uno sport utility vehicle, non può tralasciare la necessaria funzionalità d’uso. DBX assicura spazio a bordo per 5 e un bagagliaio da 632 litri di volume, oltre a optional come il Pet Package e lo Snow Package. Il primo integra una soluzione per la pulizia dei propri animali domestici – fondamentale salire a bordo con le “scarpe” pulite – il secondo prevede un sistema di riscaldamento degli scarponi per le uscite sulla neve.