Oltre il full led, per vederci meglio e con precisione chirurgica. L’introduzione dei fari IntelliLux led Pixel rappresenta una delle principali novità della gamma Opel Insignia restyling. Il rinnovamento 2020 verrà presentato al Salone di Bruxelles, il 10 gennaio. Sarà un ritoccare marginalmente il design del frontale, fatto di una calandra rivisitata nella griglia e nell’andamento dei profili cromati accanto al logo.

Sarà, soprattutto, introdurre accanto all’offerta di fari full led standard, una specifica evoluta degli IntelliLux. È una moltiplicazione di funzioni, precisione nel direzionare la luce e, conseguentemente, di elementi led. Se ne contano ben 84 per singolo proiettore, disposti al di sopra dell’elemento diurno, in continuità con il baffo sulla calandra.

Camera e fari dialogano

Cinque volte maggiore il numero di diodi, controllati da una centralina che si interfaccia con il controller della camera frontale, ricevendo le informazioni sul posizionamento di altri veicoli sulla carreggiata e operando conseguentemente le variazioni nell’intensità luminosa per non abbagliare altri guidatori.

Bastano pochi millesimi di secondo per decidere quali led accendere e quali attenuare, sviluppando un’illuminazione personalizzata: massima potenza sulla strada, attenuazione anti-accecamento in corrispondenza di altre auto.

La specifica IntelliLux led Pixel rappresenta un contenuto a richiesta su Opel Insignia 2020, fari dalle potenzialità specifiche a seconda delle condizioni meteo o di guida. Che si guidi in città, su strade di montagna, in autostrada, o in condizioni di maltempo, i fari offriranno angolazioni differenziate nell’indirizzo del fascio luminoso.

Leggi anche: Il test di Insignia GSi, per non rimpiangere la OPC

La funzione autostrada, ad esempio, sul restyling beneficia di una copertura con angolo più aperto alla sinistra dell’auto per illuminare al meglio la segnaletica, mentre quando si curva a destra la funzione adattiva amplifica la luminosità verso l’interno curva per non abbagliare le auto nel senso di marcia opposto.

Manovre sicure in retro

Se i proiettori IntelliLux led Pixel ottimizzano la copertura della strada davanti, i radar del Rear Cross Traffic Alert monitorano ciò che avviene nelle operazioni in manovra in retromarcia, con visibilità pressoché nulla sul sopraggiungere di altri veicoli. L’assistente, Adas proposto tra gli optional, copre fino a 20 metri su ciascun lato dell’auto, con una copertura a 90 gradi completata dalla novità della telecamera dedicata alla retromarcia. Un bell'ausilio considerati i 4,90 metri di lunghezza della berlina e i 5 della Insignia Sports Tourer.

Immagini sviluppate sullo schermo che è anche della multimedialità, in tre soluzioni alternative. La versione più completa è nella Multimedia Navi Pro, dotata di cartografia aggiornabile online, informazioni sul traffico in tempo reale e servizi connessi. Tra multimedia e funzionalità si colloca l’offerta del caricatore wireless per smartphone, optional.

Gli aggiornamenti introdotti dal restyling di Opel Insignia valgono tanto per Grand Sport che per Sports Tourer, dalla versatilità superiore con l’accesso al bagagliaio automatizzato mediante gesture.

Adas al completo

Il fronte dei sistemi di assistenza alla guida e sicurezza spazia dalla chiamata eCall d’emergenza – attivata autonomamente in caso di entrata in funzione degli airbag e del pretensionatore delle cinture – alla frenata automatica d’emergenza con rilevamento dei pedoni, proseguendo con l’assistente avanzato nelle manovre di parcheggio, il sistema di riconoscimento dei cartelli stradali, il mantenimento attivo della corsia di marcia e il cruise control adattivo.