È una Honda Jazz e:HEV che reinventa il monovolume urbano ed è pronta al debutto sul mercato italiano dalla prossima estate in due varianti di carrozzeria: classica dagli ingombri “amici della città” - circa 4 metri il dato atteso – e interpretazione crossover, Honda Jazz Crosstar. Una proposta insolita per tanti aspetti, motorizzata esclusivamente con un sistema full hybrid molto generoso in coppia motrice e dai consumi (ed emissioni di Co2) contenuti.

Honda Jazz ibrida, la trazione è elettrica

Il motore benzina 1.5 litri è completato da un motore elettrico di trazione e un generatore di energia, che ricarica la batteria agli ioni di litio, posta sotto il bagagliaio; inoltre, opera da alimentatore del motore di trazione. Il funzionamento dell’ibrido Honda prevede delle caratteristiche piuttosto interessanti, poiché in modalità Hybrid la trazione avviene mediante il motore elettrico, alimentato dal generatore a sua volta alimentato dal motore termico. Il surplus di energia non sfruttato dal motogeneratore è destinato alla batteria.

Honda, addio al Diesel in Europa entro il 2021

Il dato di coppia di 253 Nm è, per offrire un metro di paragone, superiore ai 240 Nm erogati da alcune applicazioni delll’1.5 turbo benzina Honda, con il vantaggio di poter contare su una coppia “elettrica”, quindi caratteristiche peculiari dell’erogazione vigorosa a bassissimi giri. Non eccelle in prestazioni velocistiche, nuova Jazz, d’altronde ha altre frecce al proprio arco (9”4 sullo 0-100 km/h e 175 km/h di velocità massima).

Consumi e modalità Engine Drive

I consumi, ad esempio: 4,5 litri/100 km nel misto WLTP, con emissioni di Co2 pari a 102 g/km. Può coprire alcuni tratti in modalità elettrica pura, con il motore alimentato dal pacco batterie. Il quattro cilindri 1.5 litri entra in azione, invece, quando può far valere la propria efficienza: alle velocità autostradali. La modalità di guida Engine Drive fa sì che la trazione avvenga dal collegamento tra motore termico e cambio a singolo rapporto, attraverso una frizione.

Auto più attese nel 2020: la top 10 delle uscite imperdibili

Bagagliaio versatile, sconta le batterie

L’installazione del pacco batterie sotto il piano di carico, con il serbatoio del carburante in posizione centrale, comporta una riduzione del volume di carico se confrontata con l’attuale generazione di Honda Jazz. I 298 litri perdono circa 55 litri nel confronto.

Confermata, invece, la modularità assoluta dei sedili posteriori Magic Seats, singolarmente ripiegabili come lo sono le sedute (permettono di sfruttare la maggiore altezza pavimento-tetto per oggetti alti e da trasportare in posizione verticale).

Adas Honda Sensing

Soluzioni furbe alle quali si affianca una dotazione superiore per Adas – Honda Sensing di serie – e infotainment. Quest’ultimo offre i comandi vocali per il controllo anche dei servizi connessi (info su parcheggi, meteo) e l’assistente personale “Ok, Honda”, nonché interfaccia Apple CarPlay e Android Auto via USB o wireless. Prima volta su nuova Jazz 2020 anche per l’hotspot wi-fi.

Sul fronte dei sistemi di assistenza alla guida va registrata una dotazione completa, non mancano il cruise control adattivo, il limitatore di velocità con riconoscimento dei limi stradali, l’assistente al mantenimento di corsia e, sull’allestimento Executive, di serie l’avviso anticollisione con i veicoli che sopraggiungono.

Importante dotazione standard, assicurata da una camera frontale dalla copertura di un’area superiore, la presenza della frenata d’emergenza con riconoscimento di ciclisti e pedoni anche di notte.

Tutti ausili per evitare l’incidente e, dovesse essere impossibile evitarlo, allora la sicurezza si trasforma in sistema passivo, con 10 airbag, compreso l’innovativo airbag centrale anteriore: si sviluppa tra i sedili del guidatore e passeggero, offre protezione alla testa in modo speculare a quanto fanno gli airbag a tendina, ma sul lato interno dell’abitacolo.

In Italia i prezzi di nuova Honda Jazz e:HEV sono stati fissati in 22.50 euro per la carrozzeria monovolume, 26.900 euro per la variante Crosstar.

Honda e, la prova della citycar elettrica