Skoda scalpita, l’offensiva di prodotto da anni è imponente, ma il Marchio boemo del Gruppo VW da tempo ha intenzione di imporsi come più emozionale. Non ancora sportivo, ma lo sviluppo del design, è chiaro, come testimonia anche l'ultima Octavia RS iV.

La Skoda Academy, una sorta di cantera del centro design del Costruttore nel quartier generale a Mladá Boleslav, sin da subito ha fatto suo questo concetto. 

Dal 2014 realizza concept su modelli di produzione. Nel 2019 era stata la volta di un pick-up, il Mountiaq, a conferma della vocazione “speciale” di questi prototipi.

Skoda Scala a metano

La sportiva degli studenti

Il nuovo concept, settimo della serie, sarà svelato a giugno. Ancora non ha un nome, ma è una Skoda Scala in versione speedster: una sportiva a cielo aperto, col parabrezza molto basso. Di ispirazione alle omonime mitiche Porsche. 

I venti apprendisti della Skoda Academy l’hanno realizzata, come di consuetudine, con il capo designer di Skoda, Oliver Stefani. Per ora ci sono due bozzetti, di tre quarti posteriore e degli interni (simili alla vettura originale), ma la piccola sportiva, realizzata sulla base di una vettura pragmatica e funzionale, promette bene.

Dalla base di partenza è nata questa due porte, che mostra carattere, con le due gobbe sul posteriore, scarichi e paraurti dedicati. Un Skoda marcatamente sportiva, meno funzionale, ma più emotiva. Non resta che aspettare le immagini definitive.

Skoda Scala, la prova su strada