Alfa Romeo Milano, l’Urban SUV del Biscione arriverà a “ruota” di Tonale grazie alla spinta della nuova alleanza Stellantis e alla banca organi di PSA?

Il C-UV (compact utility vehicle) Alfa Romeo potrebbe beneficiare della unione tra FCA e PSA. Il Marchio sta pervenendo quote sul mercato da ormai due anni, Giulietta uscirà dal listino tra qualche mese. Tonale è atteso come la manna, ma arriverà sul mercato nella seconda parte del 2021. 

FCA, arrivano altri sconti con l'offerta Summercard

Milano per tutti i gusti

In scaletta subito dopo ci sarebbe il C-UV, che potrebbe prendere il nome di Alfa Romeo Milano. Un crossover lungo circa 4,2 metri, da tempo nel piano industriale del Biscione, realizzato grazie alla sinergie con PSA. La piattaforma CMP, come noto, permetterà l’adozione di tre tipi di motore: benzina, diesel ed elettrico.

PSA ha sul mercato tre B-SUV realizzati su questo pianale. Peugeot 2008, DS 3 Crossback E-Tense e Opel Mokka, l’ultima arrivata. Tutte hanno dimostrato buone doti stradali anche nelle versioni elettriche (con potenza di 136 cavalli e batteria da 50 kWh) ed una autonomia intorno ai 300 chilometri.

La base c’è, ottimizzare il comparto sospensioni/sterzo non dovrebbe portare via molto tempo. Anche “fine tuning”, generale, anche del powertrain, per rievocare il carattere delle Alfa Romeo non è impossibile. 

Resta la chiave del design: su questo il Centro Stile Alfa Romeo negli ultimi anni ha dimostrato di sapere il fatto suo.

Chiaramente la questione è in mano a Stellantis: come PSA ha deciso in pochi mesi di “traslare” la sua tecnologia su Opel, potrebbe farlo, con i dovuti accorgimenti, anche su Alfa Romeo. Che potrebbe davvero far esordire Milano entro il 2022.