Il laboratorio tecnologico che porterà la ricerca in campo elettrico su strada è Mercedes Vision EQXX. Un teaser ha tratteggiato le linee di un concept, nel corso della presentazione Daimler agli investitori, a indicare strade che i marchi seguiranno nei prossimi anni, gli obiettivi, gli strumenti con i quali centrarli.

Cerchi un'auto usata? Sfoglia il listino di Auto

Arriverà la rappresentazione fisica del programma tecnologico Vision EQXX, probabilmente dal teaser si tradurrà in una show car, poi chissà. Conta ancor più leggere i contenuti che Mercedes porterà nel campo dell’elettrificazione.

Classe G e Maybach verso l'elettrico

Vale dire come Classe G e Maybach diverranno proposte elettriche a batteria, come AMG dal 2021 introdurrà l’elettrificazione – si attende l’ibrido plug-in su AMG GT 4 porte 73.

Al programma Vision EQXX si lavorerà con l’obiettivo di sviluppare un elettrico dall’efficienza assoluta e un’autonomia di marcia che rappresenti il riferimento (già la EQS dichiara 750 km di autonomia). Farà base a Stoccarda la ricerca e sviluppo, condotta in modalità cross-funzionale, ovvero, un lavoro di integrazione tra più funzioni, non una fase di R&D settoriale e divisa.

Il supporto dei tecnici F1 sui motori elettrici

La parola d’ordine è “multidisciplina” e ci sarà anche l’aiuto degli specialisti di Mercedes-AMG HPP, i tecnici che realizzano le power unit di Formula 1 e i motogeneratori Mercedes della Formula E. Da Brixworth daranno il loro apporto a un futuro che vedrà Mercedes realizzare i motori elettrici in proprio, caratterizzati da dimensioni variabili dell’unità motrice (statore e rotore), un concetto di raffreddamento ottimizzato a olio, la presenza di una trasmissione due marce con innesto a frizione, proseguendo con un’architettura ad alta tensione, 800 volt per ridurre le perdite di corrente ed energia.

L’inverter, poi, sarà uno dei componenti sui quali maggiore ricerca verrà portata avanti, nel dettaglio lavorando su transistor specifici. Sono i punti caldi del progetto Vision EQXX, da portare rapidamente sui modelli di serie.

Velocizzare lo sviluppo sarà un passaggio nel quale le metodologie di lavoro adottate nelle corse torneranno più utili.

Batterie, celle anche di produzione propria

Parlare di elettrico, inevitabilmente, chiama in causa le batterie. Detto come Mercedes prospetta un costo inferiore per kWh rispetto alle precedenti stime – un fattore che incide sulla possibilità di generare profitti dai modelli elettrici –, insieme ai motogeneratori anche le celle verranno parzialmente prodotte direttamente da Mercedes, oltre alla fornitura da partner come CATL, Farasis e Sila Nano.

Sfoglia il listino Mercedes: tutti i modelli sul mercato

L’accelerazione sull’elettrico porterà contestualmente alla riduzione delle varianti di motori termici rispetto a quanto offerto oggi. Al 2025 si registrerà un -40% di varianti, al 2030 un -70%. Motore termico naturalmente sempre più abbinato all’elettrificazione ibrida plug in (oltre 25 modelli su strada nel 2025, 20 nel 2021).