Seicentomila esemplari e 5 anni dopo è tempo di rinnovarsi. Skoda Kodiaq restyling 2021 sarà una delle novità che il marchio lancerà nei prossimi mesi, insieme all'aggiornamento del suv compatto Karoq, altro passaggio di metà carriera.

L'evoluzione del primo suv Skoda segue gli stilemi più recenti della casa ceca, introdotti a partire dalla compatta Scala. Ed è intorno alla calandra che si sviluppano i cambiamenti più significativi, anticipati dai bozzetti. 

Design, fari e calandra cambiano volto

Le cornici si ispessiscono e la geometria diventa esagonale, i profili verticali amplificano l'idea di verticalità, aumentando il fattore "imponenza" dell'avantreno. Da questa sostanziale variazione si prosegue con nuovi fari, non solo per la grafica full led in due moduli assottigliati. Ma per le stesse forme del faro superiore, più sottile e raccordato con il "lato corto" dell'esagono della calandra.

Riviste anche le geometrie dei fari supplementari come l'ampiezza della griglia sul paraurti, completa da applicazioni di stile, cornici a L rovesciata alle estremità.

La presentazione di Skoda Kodiaq 2021 è prevista il prossimo 13 aprile, quando verosimilmente scopriremo anche altri contenuti migliorati, come sui servizi connessi legati alla multimedialità. Restando nel campo degli accorgimenti stilistici, i fari posteriori variano le forme a vantaggio di più sfaccettature e triangoli nell'elemento inferiore.

Il listino prezzi di Skoda Kodiaq attualmente sul mercato parte dai 29.200 euro della versione Ambition con motore turbo benzina 1.5 litri 150 cavalli. Top di gamma le diesel 2.0 TDI 200 cavalli 4x4.