Audi Sport racconta il futuro che la attende, fatto di elettrificazione, certo. Ma racconta anche altro, rivela i muletti (poco) mascherati di nuova Audi RS3 Sportback e Audi RS3 Sedan. Lo fa confermando quel che già era prevedibile, la presenza del motore turbo benzina 2.5 litri TFSI, implicitamente con la sequenza d'accensione dei cilindri, riprodotta sulle fiancate: 1-2-4-5-3.

Aerodinamica ad hoc

Le due proposte compatte supersportive andranno a scontrarsi anzitutto con le proposte Mercedes-AMG Classe A, 5 porte e Sedan. Gli interventi estetico-aerodinamici sono imponenti, interessano la fascia frontale, con un paraurti elaborato per migliroare la gestione dei flussi d'aria, tra prese dedicate al raffreddamento e canali utili a ridurre le turbolenze. Ovvi interventi arriveranno sull'assetto, ribassato e irrigidito, oltre naturalmente a presentare la trazione quattro.

L'impianto frenante è potenziato da pinze a sei pistoncini davanti, mentre il retrotreno è anticipato dalla RS3 Sedan, con il nolder sul bagagliaio specifico e i doppi terminali di scarico ovali.

Motore

I livelli di potenza attesi dal 2.5 litri TFSI sono superiori ai 400 cavalli della generazione uscente. Quanto al futuro, nei piani Audi Sport c'è l'ampliamento dell'offerta elettrificata, dopo i modelli mild hybrid con V8 4 litri biturbo.

Si andrà a introdurre l'ibrido plug-in, atteso sulla futura Audi RS4, mentre le versioni elettriche sono già realtà, a partire da Audi e-tron GT RS.

L'obiettivo della divisione è di arrivare nel 2024 con una quota del 50% di modelli elettrificati, dal mild-hybrid fino all'elettrico puro. Nel 2026 si punta un obiettivo dell'80%, per giungere entro il 2030 all'intera offerta Audi Sport composta da motorizzazioni ibride plug-in o elettriche.

Sul prossimo numero di Auto: Audi RS e-Tron GT, emozione elettrica