Dopo aver tratteggiato quello che sarà il futuro di Volvo XC60, destinata a una nuova generazione elettrica, è il turno di spostare i riflettori su nuova Volvo XC90 elettrica e sulla guida autonoma. 

Il marchio lavora al suo obiettivo di zero morti e incidenti sulle strade a bordo di una Volvo e, per centrare tale ambizioso traguardo sviluppa a fondo la guida assistita avanzata.

Lo farà introducendo un pacchetto di sensori avanzati, dove il Lidar sarà l'elemento centrale, di spicco, la novità mondiale perché, a oggi, di piani su un'introduzione nel 2022 di un modello di grande serie con tale dispositivo a bordo non ve ne sono se non da parte di Volvo.

Sensori, Lidar e AI

È il sensore più affidabile per misurare accuratamente posizione e distanza degli oggetti intorno al veicolo. Sarà fornito da Luminar, uno dei partner Volvo nello sviluppo delle soluzioni di automazione. Soluzioni che chiamano in causa elementi fisici come i sensori e contenuti software, sviluppati dalla controllata Zenseat, su intelligenza artificiale. A garantire la potenza di calcolo sarà un sistema Nvidia Drive Orin.

Con nuova Volvo XC90 elettrica debutterà il Lidar e l'Highway Pilot avanzato. Sarà in grado di guidare l'auto senza che il guidatore debba tenere le mani sul volante, sebbene ciò sarà possibile solo su determinati tratti di strade e nei Paesi che ammettono tale sperimentazione.

L'hardware che serve, OTA sempre più funzioni

La strada da fare per guardare alla guida autonoma è ancora molta,  in un'agenda dell'industria automobilistica con altre priorità. L'impegno Volvo, tuttavia, è mirato all'abbattimento delle fatalità alla guida: "Volvo è e sempre sarà leader sulla sicurezza e definirà il nostro prossimo standard. Potendo contare su questo hardware come soluzione standard, potremo continuamente introdurre e migliorare le caratteristiche di sicurezza over-the-air, introducendo sistemi di guida autonoma avanzata, rafforzando la nostra posizione di leader nel campo della sicurezza", spiega l'a.d. Samuelsson.

Leggi anche - Auto elettriche, ambizioni e impegni sotto esame

Non è solo il Livello 3 di assistenza alla guida al quale si guarda, piuttosto la strategia Volvo è di integrare a bordo i dispositivi fisici per poter introdurre nel ciclo vitale di un veicolo le funzioni di automazione successive. Così, dalla Volvo XC90 elettrica si avranno sistemi di backup relativi al funzionamento di sterzo e freni, per garantire la massima sicurezza grazie a dispositivi "fail-safe", a prova d'errore di un sistema principale controllato dall'elettronica.