Car of the YearOrganizzatore italiano del premio
The Car of the Year

Ferrari, riecco il muletto LaFerrari su strada

Ferrari, riecco il muletto LaFerrari su strada

Le specifiche sono del tutto simili al mulotipo avvistato nel novembre 2020, tra ridotte esigenze di raffreddamento ma con l'assenza degli sticker della componente ibrida. Ancora in prova i sistemi della futura Icona F251?

20 ottobre

Nell'ultimo anno, di muletti LaFerrari, sulle strade, ne sono apparsi diversi, fino ai mulotipi più camuffati, come l'ultimo a introdurre la prossima Icona, ispirata alla Ferrari 330 P4. Verrà presentata a clienti selezionati il prossimo 16 novembre, poi sarà la volta dell'anteprima pubblica.

Ecco, ancora una Ferrari LaFerrari è stata avvistata dalla videocamera di Varryx, a regalarci una visione stavolta diversa dai precedenti muletti.

Quale sviluppo?

Cosa sia oggetto di test, in questa fase, resta un mistero. Per certi rumours potrebbe trattarsi una sovralimentazione allo studio, per la prossima generazione di hypercar. Più semplicemente, altri test funzionali sul powertrain della Icona F251.

A tornare in strada è il mulotipo di un anno fa, solo con una diversa livrea, tutta nera. Rispetto a quel test del novembre 2020, mancano gli sticker che segnalano le attenzioni alla componente elettrificata del powertrain.

Il dettaglio, oggi come allora, che si fa notare maggiormente è la gestione delle masse radianti e dell'afflusso d'aria completamente diverso se paragonato alla LaFerrari.

Carrozzeria più chiusa

Dall'avantreno, con la griglia inferiore ridisegnata e gli sfoghi superiori, sul cofano, chiusi, proseguendo con la parzializzazione delle prese laterali, fino alla chiusura completa delle canalizzazioni sui passaruota posteriori. È evidente come l'unità motrice oggetto del test, sul muletto, abbia esigenze di raffreddamento sostanzialmente diverse dal V12 aspirato abbinato all'ibrido che conosciamo. 

Al retrotreno, un dettaglio inedito, ma facilmente oggetto di "distrazione", nel senso che potrebbero essere elementi posticci, sono i terminali di scarico rivolti verso l'alto, in una fascia che nella zona superiore conferma la soluzione di scarico che apparsa sul multotipo della Icona progetto F251.

Ancora un particolare legato alla configurazione di raffreddamento, la presenza di un lunotto accorciato e di un "cassettino" alla base nel quale confluiscono i flussi d'aria che corrono nella parte superiore della hypercar. 

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi