Winkelmann conferma nel 2028 la prima Lamborghini elettrica

Winkelmann conferma nel 2028 la prima Lamborghini elettrica

Quest'anno le ultime Lambo al 100% endotermiche con versioni speciali di Urus e Huracan

di Francesco Forni

25 gennaio

Nel 2028 vedrà la luce la prima Lamborghini elettrica. Lo ha confermato il numero uno del Costruttore di Sant’Agata Bolognese, Stephan Winkelmann, alle pagine del quotidiano Corriere della Sera, approfondendo i dettagli del piano Direzione Cor Tauri, ovvero la road map verso la elettrificazione che comporterà un investimento da 1,5 miliardi di euro.

Queste le parole dell’amministratore delegato Lamborghini. “Ci siamo concentrati su tre percorsi: il 2022 sarà un ultimo fuoco d’artificio per le vetture a scoppio, con quattro nuovi prodotti, due Huracán e due Urus. Nel 2023 affronteremo una generazione di auto ibride, tra cui il modello che sostituirà l’Aventador. L’ultima fase, quella legata al motore 100% elettrico, si vedrà nel 2028.

Quest’anno quindi vedrà gli ultimi V10 e V8 del Marchio al 100% endotermici prima delle versioni ibride che prenderanno piede su tutta la gamma.

La quarta Lambo

Il quarto modello della gamma Lamborghini dovrebbe essere una GT 2+2, elettrica ma meno estrema rispetto alle attuali Aventador e Huracan. Dovrebbe nascere sulla futura architettura Volkswagen Mechatronics Platform SSP, la unica piattaforma elettrica che arriverà al posto di MQB, MLB, MEB e PPE.

Leggi anche: Lamborghini Huracan Sterrato si farà, ecco come si presenta 

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi