Mostro Barchetta Zagato Powered by Maserati, specialissima

Mostro Barchetta Zagato Powered by Maserati, specialissima

Sarà realizzata solo in cinque esemplari, col V8 aspirato o i V6 bi-turbo

di Francesco Forni

24 maggio

Fatta, presentata e consegnata. Mostro Barchetta Zagato Powered by Maserati è stata commissionata dal cliente e consegnata durante il Concorso d'Eleganza di Villa d’Este. Una supercar espresso, annunciata come la prima di cinque esemplari che saranno realizzati.

È stata concepita sulla scia della coupé Zagato Mostro Powered by Maserati del 2015, che fu realizzata per celebrare i 100 anni della Casa del Tridente. In quel caso si trattava ci un pezzo unico, a sua volta votato alla vettura realizzata, su meccanica della Maserati 450S, per il campionissimo Stirling Moss. Stavolta invece la base di partenza è stata la sempre affascinante GranTurismo.

Le forme di Mostro Barchetta Zagato Powered by Maserati sono state create da Norihiko Harad, vice presidente Design Zagato. Fortemente ispirate allo stile della Maserati e delle Osca (acronimo di Officine Specializzate Costruzione Automobili) di San Lazzaro di settanta anni fa. 

I motori

La formula, è votata al piacere di guida. Telaio in fibra di carbonio, peso limitato a 1.200 kg e doppia scelta per i motori. Ovvero il V8 aspirato di 4.7 litri da 420 cavalli per chi ama il classico e il V6 bi-turbo da 630 cavalli, il Nettuno della MC20, per chi cerca la prestazione brutale.

Il tutto abbinato al cambio sequenziale a innesti frontali, sospensioni push-rod da corsa, cerchi mono-dado e la totale assenza di controllo di trazione. Dura e pura, per divertire. 

Leggi anche: Maserati MC20 Cielo, la spider ha un nome e una data di presentazione 

Mostro Barchetta Zagato Powered by Maserati

Mostro Barchetta Zagato Powered by Maserati

Sarà realizzata in cinque esemplari. Col V8 da aspirato da 420 cavalli o col V6 bi-turbo da 630 cv.

Guarda la gallery

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi