Pininfarina, Apricale sarà la prima hypercar a idrogeno

Pininfarina, Apricale sarà la prima hypercar a idrogeno

Una vettura dal peso inferiore ai 1.000 kg, realizzata insieme alla società ingegneristica britannica Viritech e alla sua architettura Tri-Volt: ecco i primi dettagli

di Redazione

8 giorni fa

Anche Pininfarina apre la strada a una hypercar a idrogeno. Si chiamerà Apricale, e partner della Carrozzeria torinese sarà l'azienda ingegneristica Viritech, mentre Pininfarina sarà ovviamente responsabile dello stile e della realizzazione.

Pininfarina Apricale

Pininfarina Apricale

La Carrozzeria torinese sarà artefice di stile e realizzazione della sua prima hypercar a idrogeno, sviluppata insieme a Viritech, azienda ingegneristica britannica specializzata nell'uso di tale alimentazione. La vettura, da svelare al prossimo Festival di Goodwood, avrà un peso inferiore ai 1.000 kg e porterà al debutto l'architettura Tri-Volt, che offre elevate prestazioni ed efficienza allo stesso tempo

Guarda la gallery

Architettura Tri-Volt: in cosa consiste

Scelta non casuale, quella di Viritech, che ambisce proprio a diventare il principale sviluppatore mondiale di soluzioni di motori a idrogeno per i settori automobilistico, aerospaziale, marino e di distribuzione dell'energia. L'azienda britannica sta già sviluppando tecnologie avanzate, tra cui sistemi di gestione dell'energia e serbatoi di stoccaggio integrati, affinché l'idrogeno, pulito e abbondante, diventi il fulcro del trasporto sostenibile. E Apricale è la prima manifestazione di tale ambizione. Una hypercar per cui Viritech ha reinventato completamente la tecnologia FCEV esistente attraverso Tri-Volt, il suo sistema di gestione dell'energia (EMS), per far funzionare un fuel cell system da centinaia di kW e una piccola batteria ad alta densità. Questa architettura offre sia prestazioni da hypercar -  grazie a un EMS che può passare da cella a combustibile a batteria in meno di 100 millisecondi - che un'elevata efficienza, con un peso a secco inferiore a 1.000 kg.

HUV, il Suv a idrogeno di Namx e Pininfarina fa il "pieno" con capsule rimovibili

Viritech è andato alla ricerca di un partner esperto per la realizzazione di Apricale, e Pininfarina ha sempre prestato grande attenzione alla sostenibilità ambientale e negli ultimi 15 anni si è interessata all'idrogeno, investendo in studi e prototipi e collaborando con delle start-up votate interamente alle nuove tecnologie pulite. Pininfarina, oltre al design di Apricale, sta discutendo con Viritech anche la possibilità di produrre l'auto nel suo atelier di Cambiano. Di certo, Apricale verrà dapprima svelata al prossimo Festival di Goodwood.

"Icona della nuova era dei trasporti"

 "Viritech punta a diventare il principale sviluppatore mondiale di soluzioni di propulsori a idrogeno e Apricale, con la sua esigenza di ottimizzare peso, spazio e prestazioni, ci ha fornito la piattaforma di sviluppo perfetta per le nostre tecnologie di propulsione, progettate anche per un'ampia applicazione nella prossima era del trasporto sostenibile - ha affermato Timothy Lyons, fondatore di Viritech -. Quindi, dato il nostro focus principale sui propulsori a idrogeno, collaborare con Pininfarina per la realizzazione di Apricale è stato del tutto naturale e le possibilità di collaborare a un successivo ciclo di produzione di supercar a idrogeno aumentano in modo intrigante. Pininfarina è un partner con un patrimonio unico nella storia del design automobilistico, in grado di apportare al progetto esperienza preziosa, con lo stesso livello di passione. Il risultato è un'hypercar destinata a diventare l'Icona della nuova era dei trasporti".

"Siamo entusiasti di lavorare insieme a Viritech sull'esclusiva hypercar a idrogeno omologata per uso stradale - hi dichiarato Silvio Angori, AD di Pininfarina -. Pininfarina ha sempre anticipato i tempi in fatto di mobilità pulita. Il nostro apporto a questa iniziativa imprenditoriale è la capacità di unificare forma e funzione, combinando la nostra esperienza di progettazione alla sostenibilità ambientale. Inoltre, Apricale continua a esprimere l'ineguagliabile eredità di Pininfarina nella progettazione di auto speciali, ovvero veicoli prodotti in serie limitata per gli appassionati di auto uniche. Si tratta di una sintesi di tecnologia, sostenibilità, bellezza e soprattutto performance".

Cerchi un'auto nuova? Consulta il nuovo listino completo di Auto

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi