Buone notizie arrivano dal Messico. Eurotranciatura, aziende appartenente alla holding milanese EuroGroup e in terra azteca da quasi 15 anni, ha prodotto il prototipo del respiratore FI5 progettato dalla Ferrari e dall'Istituto Tecnologico Italiano di Genova. Già da qualche settimana si vociferava di un interesse dal Messico, adesso arriva l’ufficialità direttamente da Sergio Iori, presidente mondiale del gruppo, e Leonardo Franchini, direttore generale della sede messicana.

Cerchi un'auto usata? Sfoglia il nostro listino

Il progetto

Il progetto di produrre il prototipo del respiratore FI5 è nato quasi subito. È bastato venire a conoscenza della produzione in Ferrari per mettere in moto tutto. L’idea partita da Maranello è diventata realtà in Messico. Il prototipo c’è, ma quale sarà il suo futuro? “Abbiamo già delle richieste di aziende italiane e messicane che vorrebbero poter produrre industrialmente questo prototipo, ma non lo faremo noi. Noi ci siamo resi parte attiva per trasformare un progetto in qualcosa di più concreto, cioè nel primo respiratore” ha dichiarato Sergio Iori.

Le caratteristiche

Continua Iori: “L'aspetto positivo di questo respiratore è che è costruito senza dover preparare attrezzature particolari, stampi, eccetera. È stato assemblato con materiale disponibile sul mercato”. Per quanto riguarda il prezzo, assicurano da Eurotranciatura, non ci saranno brutte sorprese: è nettamente inferiore a quello dei respiratori industriali polmonari forniti agli ospedali. Sul versante prestazioni arrivano altre assicurazioni: l’FI5 non ha niente da invidiare rispetto agli altri respiratori, grazie soprattutto alla competenza dell'Istituto Tecnologico italiano. Il primo prototipo verrà consegnato al governo messicano, ma l’augurio è che ne servano pochi: significa che le persone stanno bene.

Ferrari FI5, contro il coronavirus scende in pista un ventilatore da F1