La maggioranza parlamentare, in Commissione Attività Produttive alla Camera, ha trovato un accordo sul rinnovo degli incentivi all’acquisto di veicoli, per sostenere il settore in crisi e rinnovare il parco auto italiano, vecchio e inquinante.

La misura proposta, che coinvolge anche i veicoli commerciali, verrà inserita in un emendamento alla Manovra, attualmente in esame nella Commissione Bilancio della Camera e prevede  il rifinanziamento del bonus per gli acquisti di veicoli e elettrici e ibridi per tutto il 2021 e un nuovo incentivo all'acquisto di veicoli a motorizzazione termica Euro 6, vincolato alla rottamazione di veicoli con almeno 10 anni, per il primo semestre 2021. Nella precedente normativa, infatti, lo sconto statale era previsto anche in caso di acquisto senza rottamazione.

Come funzionano gli incentivi 2021

Sono 420 i milioni di euro stanziati, che verranno divisi secondo uno schema che separa le elettriche ed elettrificate, dalle tradizionali benzina/Diesel Euro 6:

- 120 milioni per le auto “green”

- 250 milioni per le vetture con emissioni da 61 e 135 g/Km di Co2 (finora il massimo era 110 g/km). Il nuovo sconto dovrebbe valere per i primi sei mesi del 2021 e arrivare a 3.500 euro (1.500 dello Stato e 2 mila del venditore), sempre a fronte di rottamazione di auto vecchie almeno 10 anni.

- 50 milioni per i veicoli commerciali, di cui 10 riservati a quelli elettrici.

Ulteriori aggiornamenti sono attesi per le prossime ore.