Lotus, in attesa delle elettriche, miglior risultato vendite nel decennio

Lotus, in attesa delle elettriche, miglior risultato vendite nel decennio

La fine della produzione delle termiche ha incentivato un aumento del 24%

di Francesco Forni

10 gennaio

Il tramonto delle amate Lotus termiche, all’alba dell’annunciata era elettrica decisa dalla proprietà cinese di Geely, regala una soddisfazione.

Nel 2021 la Casa di Hethel ha incrementato del 24% le auto vendute rispetto al precedente anno. Il miglior risultato degli ultimi 10 anni, pur con numeri esigui. Il mercato di nicchia ha registrato 1.710 auto immatricolate negli scorsi dodici mesi, un miglioramento netto rispetto alle 1.378 vetture consegnate nel 2020.

A caccia della storia

La spinta è arrivata dalle serie finali di Elise, eterna best seller del Marchio nell’era contemporanea, Evora ed Exige, gli ultimi modelli assemblati con motore a combustione. Che molto probabilmente diventeranno oggetto di culto per appassionati e soprattutto collezionisti.

Le vendite delle Lotus sono ricominciate dopo sette anni in in Thailandia, Nuova Zelanda e in Bahrain. Il principale mercato è stato quello degli Stati Uniti d’America, che ha trascinato le vendite con un aumento del 111%. Bene anche il Giappone, altra terra di collezionisti e al terzo posto il mercato nazionale, il Regno Unito.

Leggi anche: Lotus, si ferma la produzione di Elise, Exige ed Evora: il futuro sarà tutto elettrico 

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi