Benzina troppo cara? Viaggiare con l'auto a caffè è peggio!

Benzina troppo cara? Viaggiare con l'auto a caffè è peggio!

Nel 2010 una Volkswagen Scirocco alimentata con chicchi di caffè percorse 340 km. Una soluzione nuova e divertente, peccato che tempistiche e costi siano terribili: ecco perché

di Redazione

28 marzo

Il caro benzina affligge tutti gli automobilisti italiani. E se si provassero soluzioni alternative come il caffè? Follia, dite? Sì, ma realtà. Anche perché un'auto alimentata a caffè è esistita veramente, e anni fa è entrata nel Guinness dei Primati. Motivazione: "auto alimentata a caffè più efficiente del mondo". Ma raffreddate l'entusiasmo: viaggiare a caffè è più complicato (e costoso) del farlo con la benzina.

La Volkswagen Scirocco che va a... caffè

La cosiddetta "CaRpuccino", come l'hanno ribattezzata gli inglesi, è stata creata in un programma della BBC, "Bang Goes the Theory", con il duplice scopo di divertirsi e di dare qualche risposta scientifica. La base è una Volkswagen Scirocco del 1988 a cui è stato montato, nella parte posteriore, un vistoso (ed esteticamente orribile) macchinario che passa per le fiancate fino ad arrivare al cofano. Perché è stato proprio scelto il caffè? Perché i suoi chicchi emanano più calorie del legno e del carbone.

Auto alimentata a caffè: il procedimento scientifico

Per muovere la macchina, questi chicchi (è fondamentale siano secchi) sono stati inseriti in un gassificatore per essere riscaldati fino a 700° C per liberare monossido di carbonio e idrogeno. A quel punto viene generato un gas: un filtro lo depura e lo conduce alla camera di scoppio del motore, mentre un secondo filtro ne elimina i residui.

Ha percorso 340 km, ma a quale prezzo?

Nel 2010 la Volkswagen Scirocco a caffè ha percorso 340 km da Londra a Manchester. Tutto liscio? Neanche per idea. Innanzitutto, è vero che l'auto ha mantenuto una velocità costante di 105 km/h, ma ogni 70 km è obbligatorio uno stop per sostituire acqua e caffè, oltre a dover sostituire i suddetti filtri. Quindi, bisogna preventivare una lunga fermata ogni ora di viaggio, e durante l'operazione vanno messi chili di chicchi. Considerando che il prezzo medio di un kg di caffè in Italia è di 18-20 euro, basta farsi due conti per scoprire che, paradossalmente, viaggiare con il carburante tradizionale è più conveniente.

Caro benzina, le 10 regole per risparmiare sul consumo di carburante

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi