BMW promette “Il dominio di Tesla è prossimo alla fine, anche negli USA”

BMW promette “Il dominio di Tesla è prossimo alla fine, anche negli USA”

Pieter Nota, direttore commerciale della Casa bavarese, al Salone di New York prospetta il sorpasso

di Francesco Forni

20 aprile

BMW lancia la sfida a Tesla, prospettando il sorpasso nel campo delle auto elettriche. L’attacco al primato, di vendite e anche, forse soprattutto di prestigio, è diretto.

Pieter Nota, direttore commerciale della Casa bavarese, al Salone di New York ha prospettato una progressione decisiva. “Produrremo un aumento molto rapido di consegne di vetture elettriche. Abbiamo i modelli, come i4 e iX, che possono soddisfare le esigenze dei nostri clienti. Nel 2022 puntiamo a raggiungere le 200.000 auto a batteria consegnate in tutto il mondo, raddoppiando i numeri del 2021”.

Nota ha lanciato il guanto. “Tesla ha mantenuto una posizione di forza per diverso tempo, ma ora la sua leadership è finita. Con i4 abbiamo l’auto elettrica che i clienti si aspettano da BMW, il modello per eccellenza. Anche iX riscontra lo stesso successo. I nostri concessionari hanno centinaia di prenotazioni, i tempi di attesa sono di sei mesi. E prossimamente lanceremo i7, i5 e anche Mini Countryman elettrica”.

BMW X7, nuovo sguardo con il restyling

Con Tesla la sfida sarà difficile

Un piano a largo raggio, per avere una gamma concorrenziale, se non superiore per offerta a Tesla. Che comunque nel primo trimestre 2022 negli USA ha consegnato 129.743 vetture rispetto alle 80.590 di BMW, sia termiche sia elettriche. Il mercato americano ha un valore particolare.

In Europa sulle EV crescono tutti i Marchi, in USA solo un Costruttore è un enorme successo”. La differenza è ancora molto ampia, ma il Marchio tedesco confida di ribaltare la situazione. “Credo che potremmo raggiungere il mix di vendite del 50% di auto elettriche prima del 2030, secondo quando prospettato nel piano industriale. La domanda aumenterà e  noi spingeremo la capacità produttiva". 

Ma tenendo d’occhio anche la produzione delle termiche. "Cercando di essere flessibili - conclude Nota - perché le infrastrutture per le auto elettriche non cresceranno al pari della richiesta dei clienti”.

Leggi anche: Audi RS 3 Sportback vs BMW M240i XDrive: il confronto 

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi