Ferrari, l’asta è un flop! Nessuno vuole la 340 MM Spider by Vignale

Ferrari, l’asta è un flop! Nessuno vuole la 340 MM Spider by Vignale

La vettura del 1953 era stata creata da Enzo Ferrari e prodotta in soli 10 esemplari per partecipare al Word Sportscar Championship

di Redazione

23 maggio

Chiunque la sogna, ma nessuno la compra. Sarà per la cifra di partenza stellare tra i 6 e gli 8 milioni di euro, ma questa Ferrari 340 MM Spider by Vignale messa all’asta a Montecarlo lo scorso 14 maggio è rimasta senza un nuovo proprietario tra le lussuose sale della casa d’aste Sotheby’s.

Storia di successi

Nessuna sfida all’ultimo rilancio, questo gioiello su 4 ruote (uno tra i soli 4 esemplari esistenti) è stato inaspettatamente “snobbato”. La vettura, nata dalla mente brillante di Enzo Ferrari, è stata realizzata per partecipare al Word Sportscar Championship del 1953. A seguito di modifiche, il passo era stato allungato da 2,42 metri a 2,50, mentre i nuovi cerchi istallati presentavano un diametro più largo. Il motore da 300 CV permise alla Ferrari 340 MM Spider di vincere la Mille Miglia sempre nel 1953, della 24 ore di Spa l’anno seguente, della 1000 km del Nurburgring e del Giro di Sicilia. Una storia ricca di fascino e di successi che però non ha convinto alcun ipotetico compratore.

Il carrozziere Vignale la verniciò prima di blu scuro e bianco, poi la vettura tornò in rosso, come ogni storica Ferrari che si rispetti. Il primo proprietario fu il californiano Sterling Edwards, che chiese a Vignale anche di apportare numerose modifiche per personalizzarla il più possibile. Dopo di lui numerosi nomi illustri hanno messo le mani sul volante di questo gioiello, oggi rimasto senza un “padrone” che possa riportare in strada tutto il fascino e il prestigio che solo un’automobile come questa riesce a dare.

Nigel Mansell, la sua collezione di auto all'asta

Ferrari 340 MM, in vendita un rarissimo esemplare

Ferrari 340 MM, in vendita un rarissimo esemplare

Quella che vedete è una delle 4 Ferrari 340 MM rimaste e pensate che, in tutto, ne furono costruite appena 10. E' un esemplare tanto raro quanto potente perché, nel 1953, era capace di sprigionare 300 cavalli. Ha corso e vinto tantissimo tra il 1953 e il 1955 e il suo valore potrebbe superare gli 8 milioni di euro!

Guarda la gallery

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi