L'UE ha deciso: dal 2035 stop alla vendita di auto benzina-Diesel-GPL

L'UE ha deciso: dal 2035 stop alla vendita di auto benzina-Diesel-GPL

Con 339 voti a favore, 249 contro e 24 astenuti il parlamento europeo mette al bando le vetture con motori endotermici

 

di Redazione

8 giugno

La notizia e l'annuncio che tutti aspettavano e temevano è arrivata: l'Unione Europea dice addio alle auto con motori benzina, Diesel e GPL. Il futuro dell'automotive dal 2035 sarà solo elettrificato. La plenaria dell'Europarlamento ha avallato la proposta della Commissione europea di fermare le vendite di auto nuove a benzina e diesel. L'emendamento sostenuto dal Ppe, che prevedeva una riduzione delle emissioni di CO2 del 90% invece che del 100%, non è stato approvato. L'ok dell'emiciclo alla posizione negoziale degli eurodeputati sugli standard di emissioni di CO2 è arrivato con 339 voti a favore, 249 contro e 24 astenuti.

Un terremoto per i lavoratori del settore

"Sono 70.000 i posti di lavoro a rischio nell'industria automotive, legata alla produzione di componenti che non serviranno per l'elettrico". È' il nuovo allarme lanciato dal direttore dell'Anfia Gianmarco Giorda dopo la decisione presa dall'Europarlamento. "L'elettrico a oggi non è in grado di compensare la perdita di posti di lavoro, non basta costruire colonnine di ricarica o altri componenti. Servono piuttosto azioni per portare in Italia pezzi di filiera legati alla produzione di batterie per le auto elettriche" , spiega Giorda. In merito all'idrogeno aggiunge:"È una tecnologia, può essere un'opportunità, ma al momento è soltanto una nicchia".

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi