Porsche 718 Spyder RS, la magia dei 500 cavalli boxer

Il punto più alto dell'offerta 718 Boxster arriva con la Spyder RS. Il trattamento Renn Sport vede un incremento notevole di potenza e soluzioni di assetto raffinate

10 maggio

Il futuro sarà elettrico per la famiglia 718. Prima, però, un ultimo giro di giostra con uno strumento rivolto ad appassionati veri, ai puristi della guida e della tecnica. A chi, in breve, si emoziona all'ascolto delle tonalità del motore boxer 4 litri aspirato. Il sei cilindri della 911 GT3 finisce sotto al cofano della Porsche 718 Spyder RS, due lettere che segnano un sostanziale balzo in avanti rispetto alla pure gradevolissima 718 Spyder.

I 500 cavalli e 450 Nm prodotti dal motore boxer sono abbinati a un cambio PDK 7 marce, con scalatura dei rapporti accorciata. Non sarà la connessione totale tra pilota e vettura di una trasmissione manuale ma non ci sono dubbi sull'efficacia e le maggiori prestazioni ottenute dal doppia frizione.

Porsche 718 Spyder RS

Porsche 718 Spyder RS

La Casa tedesca utilizza per la prima volta il motore aspirato della 911 GT3 su un'auto sportiva scoperta a motore centrale. Ecco la sportiva da 500 cavalli

Guarda la gallery

Le prestazioni con 80 cv in più e 40 kg in meno

Prima di elencare perché la 718 Spyder RS è speciale, liquidiamo subito la questione prestazioni. L'accelerazione da 0 a 100 orari avviene in 3"4 (mezzo secondo in meno rispetto alla 718 Spyder), in 10"9 con partenza da fermo si è ai 200 orari. Una corsa che si arresta ai 308 km/h di velocità massima (8 km/h più veloce della "non RS").

Il motore 4 litri aspirato eroga ben 80 cavalli in più nell'applicazione Renn Sport ed è un valore abbinato a un peso 40 kg inferiore, con la 718 Spyder RS che si ferma a 1.410 kg.

Assetto su uniball e registrabile

Accantonati i numeri, passiamo alle soluzioni distintive, che meritano l'appellativo RS. Il cofano in CFRP, polimero in carbonio rinforzato, è di serie, come anche le sospensioni su uniball, il differenziale a slittamento limitato e l'assetto a controllo attivo PASM. Si sta seduti 30 mm più in basso, questa la riduzione dell'altezza da terra, peraltro registrabile come gli angoli del camber e le barre antirollio.

L'aerodinamica modificata rispetto alla coupé GT4 RS

Rispetto a un'altra RS del mondo Porsche 718, la Cayman GT4 RS, i tecnici Porsche hanno modificato sulla Spyder la rigidità delle molle e degli ammortizzatori, su tarature leggermente più morbide. Anche l'aerodinamica è differente. Visto il minor carico aerodinamico complessivo generato dalla Spyder RS, cambiano le appendici sul frontale e in coda, per un bilanciamento ottimale della deportanza tra i due assi. Lo splitter, nello specifico, è meno pronunciato sulla Spyder RS di quanto non avvenga su Cayman GT4 RS.

Nasce per essere sfruttata senza capote in tessuto sopra la testa, la 718 Spyder RS. La struttura rimovibile manualmente pesa, nel suo insieme, appena 18,3 kg, ovvero, 7,6 kg meno della 718 Spyder. La configurazione della capote può assumere la forma di una copertura con deflettore posteriore, oppure, di solo tendalino aperto dietro, tra i rollbar.

Perché guidare la Spyder RS è un gesto obbligatoriamente da fare senza capote? Per i particolari che contribuiscono a rendere tutt'uno pilota e auto, come i cassettini dell'aspirazione con presa d'aria collocata appena dietro i poggiatesta. 

Altri particolari distintivi del trattamento RS sono le prese Naca sul cofano, la fascia paraurti anteriore specifica, lo scarico alleggerito in acciaio.

Il pacchetto Weissach per un extra di leggerezza

A bordo, invece, i sedili in CFRP sono di serie, rivestiti in pelle e Race-Tex, tessuto tecnico che è possibile applicare anche alla parte superiore della plancia, per un trattamento antiriflesso.

Detto del prezzo a partire da 155.575 euro sul mercato tedesco, sono due optional su tutti che meritano d'essere citati. Il pacchetto Weissach introduce i cerchi in magnesio al posto del set forgiato da 20 pollici e lo scarico in titanio. Per "vestire" un pezzetto di 718 Spyder RS, poi, ecco il cronografo Porsche (qui trovi i modelli sul mercato dell'usato) con cassa in titanio, lancette in carbonio e cinturino nella stessa tipologia di pelle applicata ai rivestimenti interni.

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi

Auto, copertina del meseAuto, copertina del meseAuto, copertina del mese