Benzina, sciopero confermato ma ridotto: non più 60 ma 48 ore

Benzina, sciopero confermato ma ridotto: non più 60 ma 48 ore

L'Autorità garante ne ha confermato la regolarità ma chiesto la riduzione della durata: sarà dalle 19 del 24 alle 7 del 27 gennaio

di Redazione

19 gennaio

Il braccio di ferro che si sta protraendo tra Governo e benzinai sta tenendo banco in questi ultimi giorni. Sciopero annunciato, poi congelato, poi di nuovo confermato. Sembrava che il tavolo di confronto avesse dato i suoi frutti e che le due parti avessero trovato un accordo, ma non è stato così. Lo stop quindi ci sarà, ma questa volta è intervenuta anche l'Autorità garante per gli scioperi guidata da Giuseppe Santoro-Passarelli: ha ritenuto regolare la protesta, ma ha chiesto di ridurne la durata.

Limitare i disagi

L'Autorità garante per gli scioperi ha preso atto dello stop annunciato “dalle 19.00 del 24 gennaio 2023 alle 07.00 del 27 gennaio 2023” dai gestori della rete carburanti, ritenendo regolare la formale proclamazione. Allo stesso tempo, però, le associazioni vengono invitate a valutare l'opportunità di ridurre la durata complessiva della chiusura degli impianti “al fine di limitare i disagi a cui, inevitabilmente, andrebbero incontro i cittadini utenti, a fronte di una prolungata chiusura dei distributori di carburante sulla rete ordinaria e autostradale, questa Commissione invita le Associazioni in indirizzo a valutare l'opportunità di ridurre la durata complessiva della chiusura degli impianti”. Non più 60 ore, quindi, ma 48: dalle 19.00 del 24 gennaio alle 07.00 del 27 gennaio 2023.

Mercato auto, crisi in tutta Europa: nel 2022 immatricolazioni al -4,1%

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi