Dovevano essere 399 ma poi, nel sempre meno rarefatto mondo delle hypercar rischiavano di risultare comunque troppe per una potenziale clientela che ha solide basi ma non può contare su un numero infinito di acquirenti. Le difficoltà derivanti dal diffondersi del virus hanno in seguito convinto gli uomini della McLaren a ridurre la tiratura a sole 149 unità.

Per chi ama l’aria tra i capelli, il sole negli occhi e le prestazioni più esagerate, ecco così pronta la centellinata McLaren Elva, il cui nome si rifà alle prime vetture da corsa realizzate da patron Bruce a partire dal 1963. 

L'abbiamo provata in esclusiva e vi raccontiamo come va sul numero 4 di Auto, in edicola in 16 marzo!

Cliccate qui e abbonati all'edizione digitale