Affiancare l’allestimento GT Line anche a nuova Renault Zoe, linea appannaggio della proposta termica Renault e dal design ispirato alle sportive RS, apre una via che porterà ad avere anche una Renault Sport stradale a batterie.

La nuova generazione dell’utilitaria elettrica ha segnato un sostanziale cambiamento rispetto al passato, per contenuti e tecnica. Un motogeneratore più potente, da 135 cavalli, una batteria da 52 kWh per un’autonomia di marcia dichiarata oltre i 380 km. Così la Renault Zoe 2020.

A una Zoe RS, Renault dovrebbe lavorarci per lanciarla entro i prossimi 3 anni. È l’indicazione che dà il responsabile della pianificazione del prodotto, Ali Kassai, nelle parole riportate dagli inglesi di Autocar.

Leggi anche: Renault City K-ZE, debutto europeo in vista

Sportività e auto elettrica sono termini che possono convivere, su segmenti di mercato "d’accesso"? Zoe è stata, in passato, laboratorio di ricerca per legare prestazioni e prodotto, con il concept e-Sport, spinto da due motori elettrici e oltre 460 cavalli. Ovvero, come trasferire due MGU della Formula E sugli assali dell’utilitaria e ritrovarsi con uno zero-cento da 3”2 e 210 orari di velocità massima raggiunti in meno di 10”.

QUALI CANONI DI SPORTIVITÀ?

La visione Renault Zoe RS destinata alla serie, dovesse concretizzarsi il progetto, sarà molto meno radicale. L’equilibrio da ricercare è tra prestazione e autonomia di marcia, preferibilmente a capacità del pacco batterie invariata e un generale alleggerimento che incide quanto, forse più, di una manciata di cavalli.

Leggi anche: Nuova Renault Zoe, cresce l'autonomia

Più alzi l’asticella della potenza e della prestazione, tanto più si riduce la percorrenza per singola carica. E' uno dei limiti all'equazione sportiva classica sulle elettriche. 

La corsa all’elettrico in stile hot-hatch vedrà della partita anche Volkswagen, in un futuro tuttavia ancora distante per accostare la sportività R alla gamma elettrica, con una ID.3 R prospettata dai rumours al 2024.