In attesa che si riempia di contenuti tecnici, c’è una sigla a indicare la sportività futura delle Volkswagen elettriche. Arriveranno le ID. GTX, tre lettere chiamate ad aggiungere un tocco di sportività nell’estetica e nelle sensazioni al volante.

Troppo ingombrante e legata a un mondo di cilindri e pistoni, la storica GTI. Con GTE appannaggio dell’ibrido plug-in un po’ più vivace, ecco che Volkswagen era chiamata a sviluppare una nuova via e, secondo quanto riporta Autocar, GTX sarà sigla che identificherà le versioni sportive di ID.

ID.5 GTX per l'esordio?

Indiscrezioni supportate da fonti vicine al vertice del marchio. Resta da scoprire quale sarà il modello che introdurrà la sportività elettrica su strada, con gli indizi che vorrebbero il crossover coupé derivato da ID Crozz Concept, progetto parallelo al suv compatto ID.4 e destinato a trasformarsi in ID.5.

Leggi anche: ID.4 da Crozz concept a suv di serie

E’ quantomeno singolare come, in uno scenario nel quale l’elettrico è vivisezionato con i canoni della ragione, dell’abbattimento delle emissioni in marcia, di una mobilità razionale, riesca sempre a far presa il lato emozionale dell’auto, collegato alla prestazione e al design.

Un’esigenza irrinunciabile, poter coltivare la passione verso l’auto e le caratteristiche sportive.

R per uno step ulteriore

Successivamente al lancio di ID.3 (in foto), Volkswagen ha confermato l’esistenza di un piano per ampliare la gamma della berlina elettrica, introducendo una versione ad alte prestazioni. All’idea di una ID.3 R, Frank Welsh (responsabile ricerca e sviluppo) e Jurgen Stackmann (vendite) sono apparsi più che possibilisti, con un progetto da introdurre nel giro di 5 anni.

Resta da capire se l’introduzione delle versioni GTX e delle R rappresenteranno piani paralleli o, piuttosto, la prima andrà a rappresentare tutta la sportività di Volkswagen ID. In entrambi i casi, il rumour legato alla tecnica prevede la presenza di due motori elettrici.