Cambia “scarpe” tra le altre cose e Hyundai Kona elettrica 2020 guadagna l’8% di autonomia di marcia rispetto al passato. Il suv compatto a batterie farà la propria parte nei volumi che Hyundai programma di realizzare nel 2020 con il suo elettrico, e avrà la parte del leone insieme a Ioniq elettrica nell’indicazione di 80 mila unità globali, con una fetta appannaggio dell’elettrico a fuel cell, Nexo.

Cerchi un'auto usata? Sfoglia il listino di Auto

La gommatura Michelin Primacy 4 è la nuova soluzione di primo equipaggiamento, in un modello rinnovato che andrà in produzione da giugno negli stabilimenti di Ulsan, in Corea del Sud – con una capacità ampliata – e in Repubblica Ceca.

Autonomia, nuove gomme più km

Dati che, nel ciclo di omologazione WLTP medio rilevano un’autonomia dichiarata in 484 km anziché 449 per la specifica di batteria da 64 kWh, mentre Kona elettrica con batteria da 39 kWh passa da 289 a 305 km. Importanza delle gomme sull’autonomia di marcia non solo in relazione alla resistenza al rotolamento opposta ma anche sotto il profilo aerodinamico.

L’offerta di Kona Electric 2020 vedrà due allestimenti, XPrime+ ed Excellence+, dotati del nuovo caricatore trifase da 10,5 kW, grazie al quale le operazioni per una ricarica completa domestica dal Wallbox avviene in 7 ore e mezza per Kona con batteria da 64 kWh e 4 ore e 50 minuti per Kona 39 kWh.

Sfoglia il listino Hyundai: tutti i modelli sul mercato

Kona EV con By Mobility

Il lancio sul mercato del suv è accompagnato dall’offerta By Mobility di Hyundai, da 199 euro al mese con rottamazione di un’auto da Euro 1 a Euro 4, offerta sottoscrivibile con un voucher scaricabile dal sito di Hyundai Italia e comprensiva della copertura assicurativa RCA e incendio e furto, garanzia sui cristalli, contro atti vandalici ed eventi naturali.