Che coppia, Jay Leno ed Elon Musk dono due icone della comunicazione americana degli ultimi decenni. Due personaggi globali, legatissimi, Leno soprattutto per passione, Musk per business all’automobile.

Jay Leno Garage, su Cnbc, negli anni ha sempre stuzzicato i petrolhead e l’ex conduttore del celebratisismo The Tonight Show, non s’è lasciato l’occasione di incontrare Musk.

Puntata frizzante, Leno è andato a “casa” di Elon, ad Hawthorne in California dove gravita tutta la galassia, è proprio il caso di dirlo, di Musk.

Sono sicuro che Elon mi sorprenderà” ha detto il presentatore, sapendo benissimo che questa è una delle specialità del tycoon fondatore di Paypal.

Così è stato. Musk ha sciorinato tutto il futuro prossimo di Tesla. S’è presentato con un Tesla Semi rosso, il camion elettrico da 900 km di autonomia atteso per il 2021.

Le "bombe" di Elon

Ha parlato della vettura più attesa, a livello di prestigio, l’incredibile Roadster la supercar elettrica da 400 km/h, 1.000 km di autonomia e accelerazione da 0 a 100 km/h in 1,9 secondi.  Sarà incredibile - ha detto Musk - e avrà il Rocket Thruster, come le nostre navicelle spaziali. Ma sarà sotto la targa, che, spinto un pulsante si sposterà e ... arriverà la spinta”. Un propulsore a gas freddo pressurizzato (omologabile in Europa?). Le chicche alla James Bond di Elon sono arrivate subito.

Il pezzo forte per il mercato americano sarà comunque Cybertruck, il pick-up elettrico. Con Jay Leno alla guida, Musk ha confermato che la versione di serie sarà più piccola del 5%.

Stando alle parole del CEO, circa 5,60 metri di lunghezza invece che i 5,89 del concept, 1,93 m di larghezza, invece di 2,03 e 1.81 di altezza invece che 1.90 metri. “Abbiamo scelto di produrlo con questa stazza per farlo entrare tutti i garage”. Quelli americani.

Musk, poco prima di entrare, sempre con Leno alla guida di Cybertruck, nell’ormai celebre tunnel sotterraneo di The Boring Company, ha confermato che il pick-up avrà oltre ai vetri blindati anche i pannelli delle portiere in acciaio laminato a freddo in grado di fermare le pallottole. Altra sorpresa: d’altronde chi non vorrebbe una vettura anti-proiettile?

Tesla Roadster arriverà nel 2022