Audi cala la tripletta, prima di Tesla. Tre motori elettrici per e-tron S e la e-tron S Sportback, votate alle emozioni (se così vogliamo chiamarle) elettriche.

Se Model S ha in colpo in canna da tempo, la tedesca arriva prima: sarà sul mercato a settembre. Con tre propulsori a elettroni, il più grande davanti e due dietro. La potenza di sistema è di 503 cavalli, la coppia di 973 Nm. L’energia è garantita da batterie dalla capacità di 95 kWh, che permettono un’autonomia rispettivamente di 360 e 365 km nel ciclo WLTP e sono ricaricabili fino a 150 kW.

La Casa di Ingolstadt ha effettuato un “cambio” particolare. Il motore elettrico che sulla e-tron 55 è al retrotreno è stato messo davanti, e dietro è finito quello piccolo, ma appunto in due unità.

Due più uno

L’elettronica gestisce senza problemi il trasferimento di coppia. Di norma sono i due propulsori al posteriore a spingere, regalando sensazioni sportive da trazione posteriore (nel settaggio Sport e-tron S e la e-tron S Sportback possono sovrasterzare) e quando c’è bisogno di ancora più potenza o di ristabilire l’aderenza entra in gioco il motore anteriore.

Audi ha ottimizzato il servosterzo e l’assetto pneumatico, adattandoli alle nuove prestazioni. Ci sono anche sette modalità di guida e quattro regolazioni del controllo stabilità.  L’altezza da terra può variare di 76 millimetri: e-tron S Sportback si presenta con un Cx migliore (0,26) e carreggiate allargate di 46 millimetri. Entrambe i modelli presentano sedili anteriori sportivi in Alcantara e pelle, e finiture, interne ed esterne, dedicate.

Audi Q5 restyling, le novità