Non solo fornitura, stabile, di batterie, al centro dell’alleanza delineata tra Honda e CATL. L’intenzione di collaborare, tracciata nel 2019, adesso ha contorni più chiari, tecnologici e finanziari, visto l’acquisto da parte di Honda di quasi l’1% del volume azionario della compagnia cinese.

Cerchi un'auto usata? Sfoglia il listino di Auto

L’accordo di fornitura verte fondamentalmente su auto elettriche a batteria, con un orizzonte del 2022 quale tempistica indicata per l’introduzione sul mercato della prima Honda dotata di batterie CATL. Si partirà dalla Cina per sviluppare, in seguito, un impegno globale.

Non solo fornitura

Tra i contenuti dell’alleanza si guarda allo sviluppo congiunto delle batterie, a strutturare processi di riciclo dei componenti esausti e a strategie di reimpiego dei pacchi batteria per auto una volta non più idonei al loro scopo. Di fatto, prospettando anche soluzioni di accumulatori con una seconda vita extra-automotive.

Sfoglia il listino Honda: tutti i modelli sul mercato

La nota con la quale è stata annunciata l’alleanza indica anche una fase di ricerca e sviluppo su tecnologie future, destinate ai veicoli alimentati da “nuove energie”. Ricordiamo come, tra i progetti CATL, sia stato recentemente annunciato il raggiungimento di un punto tecnico in grado di produrre celle la cui durata, in applicazioni automobilistiche, sia in grado di arrivare a 16 anni e coprire 2 milioni di chilometri.

Tesla, ok alle batterie LFP per Model 3 in Cina