BMW, con iX3 debutta il Fast Charger flessibile

BMW, con iX3 debutta il Fast Charger flessibile

Il cavo di ricarica consentirà le operazioni da prese domestiche e industriali, fino a 11 kW. E' una novità dell'elettrico Gen5. In viaggio, la BMW Charging Card dà accesso a 160 mila punti di ricarica in Europa

di F.P.

14 ottobre 2020

All’elettrico, al prodotto, la necessità di abbinare i servizi, che siano di ricarica o l’integrazione con l’infotainment. BMW Charging (e MINI Charging) è l’ecosistema che a Monaco di Baviera spazia dalla formula di caricatore preferito per le operazioni domestiche alle esigenze delle aziende con flotte di veicoli (elettrici o ibridi plug-in), fino all’immancabile card per poter accedere, ricaricare e pagare il “rifornimento” con un unico account.

Cerchi un'auto usata? Sfoglia il listino di Auto

Il lancio sul mercato di BMW iX3, con sistema eDrive di quinta generazione, porta all’esordio il BMW Flexible Fast Charger, ovvero, un caricatore in grado di operare fino a 11 kW, che sia da prese domestiche o industriali, grazie a un adattatore intercambiabile. La potenza massima erogata è riconosciuta automaticamente.

BMW iX3 FOTO

BMW iX3 FOTO

Finalmente svelato il primo Sports Activity Vehicle della casa tedesca con un sistema di guida 100% elettrico e un motore accreditato di 286 CV di potenza e 400 Nm di coppia

Guarda la gallery

In alternativa, il BMW Wallbox da 22 kW a corrente alternata velocizza ulteriormente le operazioni. Wallbox con la possibilità di espandere le funzioni attraverso i servizi offerti via cloud.

Su strada, libero accesso con la card

Della ricarica da postazioni veloci, pubbliche, conta dire come BMW e MINI Charging Card offrano il primo anno di canone base in regalo: un abbonamento per ricaricare da 160 mila punti in Europa.

Per le operazioni sul posto di lavoro, ai servizi ritagliati sulle esigenze delle aziende si inserisce una formula base con un’unica card di ricarica, sulla quale gestire anche la fatturazione.

In fase di espansione, poi, la rete del consorzio Ionity, che entro il 2022 porterà ad avere oltre 400 stazioni per 2.000 punti di ricarica, dislocati sulle autostrade e le principali arterie di trasporto. Stazioni con potenze fino a350 kW, per ricariche ultra-veloci e tempi ridotti, ad esempio, nei 34 minuti necessari perché BMW iX3 ricarichi l’80% della capacità complessiva della batteria.

Sfoglia il listino BMW: tutti i modelli sul mercato

Stazioni e costi integrati nella navigazione

Strettamente legato alla digitalizzazione dei servizi è, poi, l’eRouting intelligent charging, presente nell’ultima specifica del sistema operativo BMW: la pianificazione del viaggio su un’elettrica comprende l’indicazione delle stazioni di ricarica, la tipologia, la previsione dei costi di ricarica, proseguendo con informazioni utili come lo storico delle ricariche effettuate e l’autonomia di marcia.

Il Governo valuta l'ipotesi di bloccare i diesel e i benzina nel 2035

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi