La prima Tesla progettata e costruita fuori dagli Stati Uniti d’America sarà costruita in Cina. 

Model 2, o baby Tesla, nascerà nella Gigafactory di Shanghai, capace nel 2020 di una produzione di 250.000 vetture, e sarà commercializzata in tutto il mondo, anche in Italia, a un prezzo tra i 20.000 e i 25.000 euro sul mercato locale. In Europa saranno più alti, per le tasse più alte e i costi di importazione.

Lo ha dichiarato Tom Zhu, managing director per la Repubblica Popolare di Tesla in un intervista a Xinhua o “Agenzia Nuova Cina”, la storica agenzia stampa di stato

Tra poco i primi test

Si tratterà di una compatta a cinque porte, carrozzeria a due volumi, prossima al debutto. I test su strada dovrebbero cominciare a metà 2021 e gli ordini potrebbero essere aperti nel 2022.

La vettura nasce nel centro di ricerca e sviluppo di Shanghai. Stile, ingegnerizzazione e messa in strada saranno completati tutti in Cina.

Tesla Model Y in Italia entro l'estate

Zhu non ha indicato se sulla base di Model 3/Model Y ma con dimensioni più compatte o se si tratta di un progetto e di una piattaforma completamente nuovi. 

Il manager in ogni modo ha ribadito il concetto. “Il massimo sforzo e rivolto a mettere nelle migliori condizioni i nostri ingegneri. L’obiettivo è di realizzare, dalla progettazione alla produzione un modello che sarà venduto in tutto il mondo”.

La Gigafactory di Shanghai avrà un ruolo sempre più centrale per Tesla. Tutta la componentistica è fornita da aziende cinesi: la Casa punta a potenziare l’impianto per arrivare a una capacità di produzione di 450.000 auto l’anno.

Musk punta anche sui Bitcoin