Tempo di novità in casa Kia, tempo ovviamente di auto elettriche. Dopo l'attesa finalmente viene svelata in toto la nuova EV6. Non tanto per quanto concerne linee e lineamenti, quanto piuttosto i numeri che la caratterizzano, ovvero potenze e soprattutto versioni.

Già perché la EV6 non sarà sola, l'accompagneranno pure gli allestimenti GT Line e GT. Ma se il primo è di fatto un'edizione sportiveggiante, il secondo è effettivamente sportivo.

Razionale, funzionale, e...

Sebbene si tratti di una vettura elettrica e quindi senza gli stessi vincoli definiti dalla presenza di un motore termico, le proporzioni sono simili a quelle dei un'auto tradizionale. Pertanto il cofano anteriore non ha abbandonato le scene in questa evoluzione elettrificata, palesando di fatto la forma di una classica due volumi.

La sezione anteriore si è fatta decisamente sottile, non essendo necessaria una griglia di raffreddamento. Il "Digital Tiger Face" è una evoluzione importante del design dell'era elettrificata con rimandi al celebre "Tiger Nose Grille". Questo modo di procedere dal punto di vista stilistico, ha un “nome” e un “cognome” e si chiama Opposites United.

A bordo il tratto distintivo è il grande display a cui compete la parte multimediale e quella di navigazione, caratterizzato da un profilo curvo e privo di interruzioni.

Di fronte al conducente presenzia il quadro strumenti digitale. Poco sotto lo schermo centrale i tasti della climatizzazione, mentre la consolle è quasi priva di bottoni, lasciando giusto lo spazio alla rotella che funge da cambio.

Le versioni più sportive di EV6 si distinguono per la presenza dei sedili sportivi e sulla GT pure la caratterizzazione della plancia è leggermente differente.

Spazio sia davanti sia dietro

Con una lunghezza intorno ai 4,68 metri, la Kia EV6 dovrebbe garantire una buona abitabilità. Ad avvalorare questa tesi i sedili dal profilo sottile ed un passo di 2,9 metri. Diversi i vani portaoggetti, a cui si aggiunge un bagagliaio da 520 litri in configurazione cinque posti.

C’è pure un secondo bagagliaio anteriore da 52 litri per i modelli a due ruote motrici (nel caso della trazione AWD il volume scende a 20 litri).

L'elettronica che fa la differenza

Per quanto concerne la tecnica, la EV6 sarà disponibile sia con batterie da 58 kWh che da 77,4 kWh. Sulla GT l’unica soluzione sarà proprio il pacco batterie di maggiore capacità, denominato long range.

I modelli a trazione posteriore dispongono di un solo motore elettrico, viceversa di due. La potenza è pari a 168 kW (350 i Nm di coppia) quando sono accoppiati al pacco batterie da 77,4 kWh. Mentre scende a 125 kW (la coppia rimane invariata) quando la vettura è provvista dell’accumulatore da 58 kWh.

Con la trazione integrale la potenza sale a quota 239 kW (650 i Nm di coppia) in abbinamento alla batteria da 77,4 kWh. Altrimenti il dato è pari a 173 kW con l’accumulatore meno capace.

La GT fa vita a se stante. Mette in campo 430 kW (585 cv) e 740 Nm, numeri che le permettono di passare da 0 a 100 km/h in 3,5 secondi, quando la velocità massima è pari a 260 km/h. Disponibile solo nel formato AWD, ha pure un differenziale a slittamento limitato.

L’elettrica coreana, proprio come la IONIQ 5, si può ricaricare con sistemi da 800V e 400V. Significa che è in grado di effettuare una ricarica ad alta velocità dal 10 all’80% della capacità della batteria in soli 18 minuti. E l'autonomia? È stato comunicato il dato relativo al ciclo combinato della modello a trazione posteriore con batteria long range: 510 km.