Hyundai Ioniq 5, il crossover che porta nel futuro

Hyundai Ioniq 5, il crossover che porta nel futuro

Il nuovo crossover full electric coreano, la Hyundai Ioniq 5, alla prova su strada. Stile futuribile e autonomia anti ansia i suoi punti forti

di Adriano Torre

12 luglio

E’ il viaggio in una nuova dimensione. Sarà quel doppio schermo da 12,5” sviluppato in linea orizzontale a dominare il cruscotto, sarà l’ambientazione moderna ma la nuova Hyundai Ioniq 5 ci riporta ai film che anticipavano i viaggi nello spazio e nel futuro. Oggi il brand coreano indica un nuovo percorso qualitativamente superiore sotto ogni aspetto, dalla tecnologia evoluta alla super comodità di un ambiente comodo grazie a una piattaforma che ha amplificato gli spazi (pavimento piatto che ospita le batterie), aggiunto dotazioni sorprendenti e sicurezza per offrire un abitacolo salotto allestito con le migliori soluzioni per salvaguardare l’ambiente, come i sedili più sottili molto confortevoli (e trasformabili in veri lettini da riposo) realizzati con fibre naturali nell’ambito di un allestimento eco-friendly basato su materiali innovativi riciclati e da fonti sostenibili. Senza dimenticare la soluzione col pack energetico (a richiesta) col tetto che ricarica la batteria (beneficio di 1500 km all’anno…).

Ioniq 5, crossover elettrico

Ioniq 5, crossover elettrico

Modello di segmento D per le dimensioni esterne, Ioniq 5 è un crossover che segna il debutto del marchio di casa Hyundai. Seguiranno una berlina (Ioniq 6) e un grande suv. Sul mercato nel corso della prima metà del 2021, Ioniq 5 si presenta con due soluzioni di pacco batteria e due alternative di motogeneratore: trazione anteriore o integrale

Guarda la gallery

Hyundai Ioniq 5, crossover anti ansia

Il contatto stradale con la nuova Ioniq 5, il crossover 100% elettrico dalle grandi doti (è sorprendente e non solo per lo stile futuribile e coraggioso, già anticipato decantando spigoli, angolature, sinuosità, soluzioni luminose, la firma a zeta sui lati, i cerchi da 20” con richiami pixel, le maniglie a scomparsa e il montante dietro che scende… Agilità e comodità si sposano perfettamente, come abbiamo constatato nel test drive a Valencia e nell’entroterra dove compatibilmente ai limiti di velocità severi abbiamo potuto provare la grande reattività e potenza della propulsione elettrica. Lo sterzo è preciso e leggerissimo, basta un dito per muoverlo in sicurezza (ma l’intelligenza di Ioniq 5 vi richiama subito al controllo a due mani…) la frenata ultrapotente. Il consumo è basso, ma non possiamo “spingere” (velocità dichiarata 185 km/h), l’autonomia sale oltre i 481 km dichiarati…

Comunque è un’elettrica anti-ansia: con la ricarica rapida si recuperano 100 km in meno di 5’ di “rifornimento” energetico, bastano poi 18’ per arrivare all’80% di carica grazie all’impianto elettrico da 800 V… Sui display da 12,5” l’uno arrivano tutte le informazioni desiderate, non solo di viaggio. In più la telecamera avvisa dell’arrivo di auto da dietro e dai lati. L’head-up display è a realtà aumentata, altro aiuto importante. C’è anche il tempo per una sosta: l’auto diventa un generatore (interno ed esterno) e ci permette di collegare e ricaricare il computer, addirittura di attaccare la macchina per il caffè. Ioniq 5 si distingue e non solo per i 305 CV del top All-wheel drive con batteria da 72,5 kWh.

Ioniq 6 e Ioniq 7, berlina e maxi-suv le prossime novità

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi