New York l'"europea" segue la linea già prospettata dallo Stato della California, in materia di messa al bando delle auto benzina e la transizione obbligata all'elettrico.

Ne ricalca forma e tempistiche, imponendo uno stop alla vendita di auto nuove con un motore endotermico a partire dal 2035. Solo elettrico da quella data.

Stop auto endotermiche, Porsche: Europa, no a eccezioni per le supercar italiane

Un'eccezione è riconosciuta alle carrozzerie tra le preferite degli automobilisti statunitensi, i pick up di medie e grandi dimensioni - i truck leggeri rientrano nelle misure decise in prospettiva 2035 -, per i quali si guarda a un orizzonte 2045, ritenuto fattibile per imporre l'elettrico. Pick up peraltro i più impattanti sulle emissioni inquinanti, viste le loro dimensioni e consumi. 

Nessun divieto dal governo centrale

Si tratta di una mossa molto più avanzata di quanto non realizzato dal presidente Biden, con un ordine esecutivo che punta nel 2030 a registrare metà dei volumi di nuove auto con modelli elettrici. Il presidente, tuttavia, non ha imposto alcuna messa al bando delle auto endotermiche.

Ricarica, +10 mila punti solo a New York

Una strategia seguita in via sparsa dai singoli governatori degli Stati. A New York è stato calcolato che, per rispettare gli obiettivi climatici definiti dalla città, al 2030 è necessario che 400 mila dei 2 milioni di veicoli registrati diventino auto elettriche.

Nel definire gli obiettivi al 2035, di messa al bando delle auto nuove con motore endotermico, a New York si porterà avanti, in parallelo, un percorso di ampliamento della rete di ricarica, installando 10 mila postazioni lungo le strade della Grande Mela.