L'Inferno Verde ha una nuova regina, almeno per quanto riguarda le auto elettriche. La nuova versione sportiva della Tesla Model S, la potentissima Plaid, ha infatti ottenuto il record per le vetture stradali a batteria sul circuito del Nurburgring. Il giro del primato è stato completato in 7:30.909, scalzando la trono la Porsche Taycan Turbo. Il record è stato annunciato trionfalmente sui social da Elon Musk, che ha assicurato come il tempo sia stato ottenuto con una vettura completamente di serie.

Tesla Model 2 con self drive di livello 4 o 5 nel 2023 a 25.000 dollari

Tesla batte Porsche

La Tesla più potente e veloce di sempre si chiama Model S Plaid. Un nome preso in prestito dal film di Mel Brooks “Spaceballs”, e che caratterizza la Model S trimotore, con trazione integrale e capace di esprimer 1.020 cavalli di potenza. Con una velocità di punta insolitamente elevata per un'auto elettrica, ben 322 km/h, e un'accelerazione fuliminea da 0 a 100 in appena 2”1. Numeri che, nonostante la sua stazza (497 cm di lunghezza per 2.162 kg di peso) hanno consentito alla berlina americana di mettere a segno un record storico sul circuito tedesco del Nurburgring.

Sull'asfalto dell'Inferno Verde la Model S Plaid è riuscita a concludere un giro in 7 minuti, 30 secondi e 919 millesimi. Un crono migliore di quasi 12 secondi rispetto a quello della Porsche Taycan Turbo, che deteneva il precedente record per auto elettriche stradali. Ora lo scettro di vettura a batteria sullo storico tracciato tedesco passa quindi alla Tesla, in attesa che qualche altro Costruttori si cimenti nell'impresa. Per fare un paragone con le vetture a motore endotermico, la Plaid è stata più veloce di circa un secondo dell'Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio, e si è assestata sullo stesso crono ottenuto dalla Porsche 911 GT2.

Mercedes-AMG EQS, Porsche Taycan Turbo S, Tesla Model Plaid: super berline a confronto

La nuova regina elettrica del Nurburgring

Il record è stato annunciato con grande entusiasmo da Elon Musk, che sui social ha subito condiviso una foto raffigurante il foglio dei tempi ottenuti al Ring, con il 7:30.919 in bella vista. Tempo che, assicura il patron di Tesla, è stato ottenuto con una vettura completamente di serie. Al di là delle modifiche fatte per la sicurezza, vale a dire roll bar e sedile monoscocca a cui si è aggiunto uno schermo extra per i dati relativi ai tempi sul giro. Un video onboard del record è stato poi pubblicato su YouTube.

Tuttavia, non tutti hanno accettato questo primato. Alcuni infatti sostengono che Tesla abbia utilizzato una vettura dotata di freni e pneumatici specifici per la pista. Accuse che non cambiano i piani di Elon Musk, già impegnato a programmare i prossimi passi: nei prossimi mesi verrà tentato un nuovo record, stavolta con una Model S Plaid dotata di freni carboceramici, gomme semislick e appendici aerodinamiche realizzati da un team esterno. Già nelle prossime settimane, invece, tutte le Plaid saranno aggiornate con un "track software update", che migliorerà ulteriormente le qualità dinamiche della berlina elettrica e il suo piacere di guida.