Citroen Ami, la più piccola e lenta auto della Polizia

Citroen Ami, la più piccola e lenta auto della Polizia

Bassa, corta e stretta, una velocità massima di 45 km/h con autonomia di 70 km: per questo la supercompatta elettrica è fondamentale per pattugliare gli stretti vicoli dell'isola di Calchi, in Grecia

di Redazione

11 novembre

Come il più piccolo dei minatori, che non ha la forza per picconare ma può arrivare dove le mani più grandi e grosse non arrivano, Citroën Ami non ha la velocità né la carrozzeria di una vettura proporzionata, ma è riuscita a diventare l’auto della Polizia. Dove? In Grecia.

Citroën Ami diventa un'auto della Polizia in Grecia

Citroën Ami diventa un'auto della Polizia in Grecia

Sull'isola di Calchi, nel Dodecaneso, gli agenti devono districarsi tra gli stretti e impervi vicoli. Per questo la supercompatta francese, larga appena 1,39 metri, è l'ideale. Omologata per essere guidata anche senza patente, ha un picco di velocità di 45 km/h grazie a soli 8 Cv. Però inquina zero e nel breve periodo sarà affiancata da altri modelli del Marchio per favorire la transizione energetica locale

Guarda la gallery

Senza patente

La volante delle Forze dell’Ordine è solitamente un’auto prestante, potenziata per affrontare eventuali scontri o inseguimenti. La piccolissima elettrica Ami non è niente di tutto ciò: una supercompatta elettrica, 2,41 m di lunghezza per 1,39 di larghezza e 1,52 di altezza; pacco batterie da 5,5 kWh ad alimentare il motore da appena 8 Cv con una velocità massima di 45 km/h, autonomia di 70 km con tre ore di ricarica. Insomma, un motorino a quattro ruote con l’abitacolo, che si può guidare anche senza patente.

Perfetta per la micromobilità

Però funziona: sull’isola greca di Calchi i vicoli sono veramente stretti e una normale volante non riuscirebbe a districarsi, risultando un elefante in una cristalleria. La supercompatta francese, invece, tra i vicoli è a suo agio e non scarica emissioni inquinanti data la sua natura green. Sono due gli esemplari in dotazione presso la Polizia dell’isola, ma a breve la flotta sarà rinforzata con l’arrivo di altri veicoli: Citroën e-C4, ë-Jumpy e Space Tourer. Per l’isola più piccola del Dodecaneso, prima un leasing di quattro anni e poi la donazione definitiva al Comune. Insieme al partner greco Syngelidis, Citroën intende sostituire tutti i veicoli termici con mezzi a zero emissioni, per favorire la transizione energetica e garantire una qualità della vita più alta in un luogo pulito, abbattendo inquinamento acustico e dell’aria.    

Bloccati nella neve con la Tesla Model Y, la disavventura di due turisti

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi