Ferrari verso una nuova linea di produzione per l'elettrico

Ferrari verso una nuova linea di produzione per l'elettrico

Le indiscrezioni indicano, a pochi giorni dal Capital Markets Day, la realizzazione futura di un terzo impianto a Maranello e la possibilità di creare un centro di ricerca sulle batterie

10 giugno

Lo scorso marzo, nel presentare gli accordi siglati con le istituzioni - a livello locale e nazionale - a supporto dello sviluppo industriale Ferrari e del territorio intorno a Maranello, l'a.d. Benedetto Vigna commentava: "Con noi i firmatari dell’accordo condividono l’obiettivo di rendere il territorio un polo di eccellenza e di crescente attrazione per le nuove competenze necessarie all’industria automobilistica".

Competenze su elettrificazione e digitalizzazione, anzitutto. Ecco, in Ferrari - secondo le anticipazioni dell'agenzia di stampa Bloomberg - il percorso è in atto e passa dall'ampliamento degli spazi relativi alla produzione.

Elettriche e ibride su una nuova linea produttiva

Una nuova linea, la terza, verrà realizzata su nuovi spazi a Maranello e sarà una struttura rivolta alla produzione dei futuri modelli ibridi e dell'elettrica. La prima Ferrari a batteria è attesa dopo il 2025, un orizzonte temporale sul quale ne sapremo di più il prossimo 16 giugno, data del Capital Markets Day dal quale l'a.d. Ferrari e la presidenza indicheranno i passi che la casa del Cavallino rampante andrà a compiere sul terreno dell'elettrificazione.

Incassato il rinvio al 2036 nel voto del Parlamento europeo sull'ottemperanza alle soglie di riduzione delle emissioni di Co2 (-15% nel 2025, -55% nel 2030, -100% nel 2035) per i costruttori dai ridotti volumi produttivi - un emendamento ribattezzato salva-Motor Valley - per la Ferrari si prospetta un futuro di sempre maggiore elettrificazione dei modelli termici. 

Le batterie, cuore della prestazione

Oltre all'ampliamento delle strutture e l'inaugurazione di una terza linea di produzione, nel piano di investimenti potrebbe esserci anche un polo di ricerca e sviluppo in materia di batterie.

È evidente quanto, per specificità della storia Ferrari (qui trovi i modelli sul mercato dell'usato), sia necessario poter attingere a know-how e tecnologie d'avanguardia sulle celle per l'elettrificazione futura.

Dalle celle delle batterie passano le prestazioni delle supercar elettriche, al di là dei numeri dichiarati in termini di cavalli espressi. Spesso valori condizionali, legati cioè a specifiche condizioni di utilizzo quanto a carica e temperature d'esercizio.

Vincoli che in un progetto elettrico interpretato da Ferrari evidentemente risulterebbero fuori posto. 

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi