Byd Dolphin vs Volkswagen ID.3, numeri a confronto

Byd Dolphin vs Volkswagen ID.3, numeri a confronto

La sfida di Byd al segmento C passa da un'interessante proposta come la Dolphin. Il prezzo di listino è il primo dei punti forti, insieme a consumi e prestazioni allineati alla rivale di Wolfsburg

30 giugno

Una accanto all'altra, senza loghi sulla carrozzeria, mostrano proporzioni pressoché identiche, tali che si potrebbe anche far fatica a riconoscerle. Così si propongono sul mercato delle elettriche nel segmento C. 

Una accanto all'altra, Volkswagen ID.3 e Byd Dolphin, rivelano differenze notevoli e similitudini. Differenze tecniche e di prezzo, quest'ultimo il principale e decisivo fattore a supporto di numerosi costruttori cinesi in arrivo in Europa. 

Inutile negare come esista un elemento di immagine del brand anche nella scelta di un'auto elettrica, sebbene in determinate fasce del mercato possa essere assolutamente messo in discussione da prezzi più competitivi da parte di alternative cinesi come Byd.

Batteria, è questione di chimica

Sul fronte tecnico, la Byd Dolphin ha caratteristiche simili per valori assoluti dichiarati rispetto alla rinnovata Volkswagen ID.3. Potenza, autonomia di marcia, consumi, proseguendo con le dimensioni, lo spazio a bordo.

Certo, si avvantaggia nella proposta di prezzo finale, sostanzialmente più basso rispetto alla ID.3 dal fare ricorso a una batteria al LFP anziché la NMC della compatta tedesca. Volkswagen (qui trovi i modelli sul mercato dell'usato) ha annunciato un ampliamento dell'offerta con una terza alternativa di batteria, di capacità inferiore ai 59 kWh: sarà al litio-ferro-fosfato e contribuirà a ridurre il prezzo di listino.

BYD Dolphin

BYD Dolphin

La nuova full electric cinese attrae per il prezzo accessibile di poco oltre i 30mila euro, per una serie di dotazioni tecnologiche all'avanguardia, per una ricarica rapida e un'autonomia di 427 km in ciclo WLTP

Guarda la gallery

Prezzi, Byd aggressiva

Nel confronto tra Byd Dolphin e Volkswagen ID.3 iniziamo subito dal fattore prezzo. La Dolphin Comfort 60,4 kWh fa il prezzo a 35.790 euro, mentre a fine anno arriverà la versione di minor potenza e batteria più piccola (44,9 kWh): il prezzo in Italia sarà di 30.790 euro.

Volkswagen posiziona la ID.3 Pro da 59 kWh a 41.900 euro, mentre la ID.3 Pro S da 77 kWh ha un listino a partire da 50 mila euro. Differenze notevoli tra le due versioni che sono direttamente confrontabili: ID.3 59 kwh e Dolphin Comfort da 60,4 kWh.

Le due batterie abbiamo già detto come adottino una composizione chimica differente e, a ben vedere, i 6 mila euro e poco più di differenza sono un gap nel quale considerare molteplici fattori. Immagine del marchio, rete d'assistenza, valore futuro del modello. 

Ricarica, veloce non velocissima per Dolphin

I due modelli differiscono anche sulle soluzioni di ricarica. Il caricatore di bordo è, per entrambi, da 11 kW e permette uguale rapidità di ricarica da un Wallbox domestico. Diversa è la situazione se parliamo di postazioni pubbliche veloci.

La Byd Dolphin 60,4 kWh può ricaricarsi a potenze al massimo di 88 kW; la Volkswagen ID.3 Pro 59 kWh a 120 kW. Fuori dal confronto, la ID.3 Pro S 77 kWh accede a postazioni in CC a 170 kW. Inoltre, Volkswagen offre la compatibilità Plug&Charge per ricaricare senza l'utilizzo di card o app: i dati identificativi viaggiano sui connettori del cavo di ricarica.

Volkswagen ID.3 2023

Volkswagen ID.3 2023

Il restyling della prima Volkswagen elettrica realizzata su architettura MEB interviene sul design, migliora la qualità dei materiali e offre una dotazione tecnologica superiore. Non solo l'infotainment ha uno schermo più grande ma gli Adas beneficiano dei dati swarm per un funzionamento migliore

Guarda la gallery

Autonomia elevata e consumi simili

L'autonomia di marcia è molto interessante sia per la segmento C Volkswagen che quella Byd. La prima arriva a 426 km nel ciclo WLTP, contro i 427 km della seconda. Un altro dato assolutamente allineato è relativo ai consumi di energia. Un dettaglio ancora troppo spesso trascurato nella sua importanza, scavalcato dalle valutazioni sull'autonomia di marcia assoluta. 

Byd Dolphin consuma 15,9 kWh/100 km, contro i 15,3 kWh/100 km che rappresenta il miglior dato ottenuto dalla ID.3 Pro. 

Prestazioni, vivaci entrambe

Entrambi i modelli adottano un motore elettrico da 204 cavalli, diverso è lo schema di trazione: anteriore per Byd Dolphin, posteriore su ID.3. Anche le prestazioni velocistiche sono perfettamente sovrapponibili: 160 km/h di velocità massima per entrambi i modelli, la Dolphin accelera in 7" da 0 a 100 orari contro i 7"3 dichiarati da ID.3 Pro 59 kWh.

Dimensioni e peso

Dicevamo come le silhouette dei due modelli siano pressoché identiche. In numeri, le dimensioni di ID.3 dicono di 4,26 metri di lunghezza, un passo di 2,77 metri e un'altezza di 1,56 metri. Nasce su architettura elettrica nativa, esattamente come il progetto Byd. La Dolphin misura 4,29 metri di lunghezza, un passo di 2,70 metri e un'altezza di 1,57 metri. Non brillano per una capacità di carico nel bagagliaio posteriore, i 345 litri dichiarati dalla Dolphin sono un valore simile a un'utilitaria con motore a scoppio. Fa un po' meglio ID.3 con 385 litri dichiarati.

Detto del peso importante, nell'ordine dei 1.800 kg sulla Volkswagen e di oltre 1.600 kg dichiarati sulla Dolphin, i due modelli differiscono nelle scelte relative alla sospensione posteriore: ID.3 adotta un multilink, Dolphin un ponte torcente.

Adas, il Travel Assist avanzato è optional

Il confronto in materia di tecnologia e Adas vede, sui sistemi di assistenza, la disponibilità del Livello 2 avanzato per Volkswagen ID.3. Il Travel Assist (optional) permette di effettuare anche le manovre di sorpasso e cambio corsia assistite. Byd Dolphin offre un Livello 2 "convenzionale", con il funzionamento abbinato del cruise control adattivo e del mantenimento attivo di corsia.

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi

Auto, copertina del meseAuto, copertina del meseAuto, copertina del mese