Skoda personalizza l’assistente digitale, che sale a bordo del suv Kamiq e della berlina compatta Scala. “Okay, Laura!” è parte della dotazione di serie dell’allestimento Style, top di gamma sul mercato italiano del suv prenotabile dal mese di ottobre e nelle concessionarie da novembre.

Il riconoscimento delle istruzioni vocali impartite con un linguaggio naturale, comune, opera sia ricorrendo a dati presenti localmente, a bordo dell'auto, che interfacciandosi con un servizio online attraverso la eSIM integrata di serie nella versione Amundsen dell’infotainment.

La gestione del navigatore, la richiesta di una traccia musicale specifica, la scrittura e l’invio di un sms dettato dal guidatore o dai passeggeri, sono alcune delle funzioni che “Okay, Laura” è in grado di gestire. Un’attivazione totalmente vocale, che prescinde dall’utilizzo di qualsiasi pulsante: è sufficiente avviare il dialogo e il sistema diventa operativo.

PIÙ CONTROLLI IN FUTURO

Possibilità di gestire più funzioni, che saranno in continua evoluzione e andranno a comprendere fino a controlli specifici del veicolo – si può immaginare in futuro la regolazione del climatizzatore, ad esempio – nonché l’interfaccia con servizi esterni all’auto, ad esempio una app per smartphone. Da Skoda Kamiq e Skoda Scala si parte per un'offerta che verrà allargata ad altri modelli del marchio.

L’assistente vocale riconosce istruzioni in 6 lingue – italiano, inglese, spagnolo, francese, tedesco e ceco – comprese espressioni di tipo dialettale. Un dialogo uomo-macchina che Skoda assicura del tutto naturale e continuo nell’utilizzo dei dati online, nel momento in cui l’assistente vocale dovesse aver necessità di verificare la frase pronunciata e confrontarla con i dati online.