Parigi Due nuove motorizzazioni movimentano piuttosto verso l’alto di gamma la produzione Citroën, interessando C4 e DS5. La prima riceve l’inedita versione sovralimentata, con turbocompressore, del recentissimo tre cilindri di 1.2 litri: si chiama e-THP e permette belle prestazioni con peso, dimensioni e consumi assai ridotti. La potenza tocca infatti il bel picco di 130 cv con il 95% della coppia disponibile ad appena 1500 giri, il che consente una guida molto fluida e versatile anche senza ricorrere spesso al cambio; apprezzabile anche la silenziosità di marcia, mentre il classico “borbottio” sordo del frazionamento dispari è avvertibile solo in piena accelerazione. Interessante la resa chilometrica, dichiarata in 20,8 km/litro di media con emissioni CO2 pari a 110 g/km. Omologazione Euro 6. La C4 così equipaggiata è disponibile da aprile a partire da 21.200 euro, con allestimenti Seduction e Exclusive. L’altra novità riguarda il top di gamma a gasolio per la DS5: il due litri HDi diviene BlueHDi 180 CA6 ed offre la ragguardevole potenza di 180 cavalli (e 400 Nm di coppia) combinata all’iniezione Adblue (urea) per ottenere anche in questo caso la certificazione Euro 6 con riduzione delle emissioni NOx del 90%, il tutto con percorrenza media 22,7 km/litro ed emissioni CO2 di 114 g/km. L’inedita unità si avvale di turbocompressore a geometria variabile, carter cilindri a pareti sottili, coppa olio in composito, nuova architettura della testata e controalbero di equilibratura. Di serie sulla vettura il cambio automatico CA6 di nuova generazione, pur conservando l’architettura con convertitore di coppia; la DS5 2.0 BlueHDI 180 CA6 è disponibile da marzo con prezzi a partire da 35.180 euro negli allestimenti Chic, So Chic, Sport Chic, Business. BlueHDI_01