In casa Mercedes Classe G è tempo di aggiornarsi, ma non si tratta di un restyling: il fuoristrada resta pressoché immutato nel design, fedele alla sua storia. Semmai, l'aggiornamento riguarda i motori, tutti più potenti e con la new-entry della G500 mossa dal V8 4 litri biturbo che equipaggia la Mercedes AMG GT. Il downsizing rispetto al precedente V8 da 5.5 litri è consistente, così come il balzo in avanti che fanno potenza e coppia, trascinando al rialzo anche le prestazioni. Propulsore con basamento in alluminio, sfoggia iniettori piezoelettrici e i due turbo collocati all'interno della V, assicurando un layout più compatto e ottimizzando la risposta a ogni pressione del gas. 422 cavalli cancellano il precedente riferimento di 387, così come i 610 Nm di coppia massima - tra 2250 e 4750 giri/min - si traducono in un miglioramento di 80 Nm. A ben vedere non è la prima applicazione in assoluto su una Classe G, visto il precedente del concept Mercedes G 4x4². Un occhio alle prestazioni e si scopre una G500 in grado di accelerare da 0 a 100 km/h in 5"9, due decimi meno dell'attuale V8 5.5 litri. Meno estremo ma con "armi" altrettanto interessanti è, invece, Mercedes G 350 BlueTec. Il diesel V6 3 litri incrementa di 34 cavalli la potenza massima, arrivando a quota 245, con 600 Nm di coppia, un buon supporto per limare 2 decimi in accelerazione, ora dichiarata in 8"9. Maggior potenza che arriva anche su Mercedes Amg G63 e Amg G65. Sportività con il timbro del V8 5.5 litri o V12 6.0, a scelta: 571 cavalli per la prima contro i 630 della seconda. Numeri da supercar, accompagnati da 760 e 1000 Nm di coppia, questi ultimi invariati. Sembra un controsenso parlare di consumi con cubature così importanti, ma l'Eco Start&Stop di serie su tutte le motorizzazioni aiuta a contenere le emissioni soprattutto nella marcia cittadina. Le migliorie tecniche non si fermano ai propulsori, visti gli interventi sugli ammortizzatori, modificati per offrire un miglior controllo dei movimenti di cassa e un confort superiore nell'impiego in fuoristrada. Tra gli optional, su Mercedes G500 si potrà richiedere un sistema adattivo a controllo elettronico, con due differenti tarature: Sport e Comfort. Come riconoscere le Classe G "aggiornate"? Ad esempio, guardando i passaruota, adesso in tinta su G350 e G500, oppure i diversi paraurti, o ancora i cerchi in lega da 18 pollici di serie sulla motorizzazione diesel BlueTec. Le varianti Amg, poi, non passeranno inosservate, grazie a cinque tinte speciali e decisamente vistose: Solar Beam, Tornado Red, Alien Green, Sunset Beam e Galactic Beam. Trovare limiti alla personalizzazione è arduo. Sulle Amg sarà disponibile il pacchetto Edition 463, che aggiunge tocchi di sportività sotto forma di cerchi da 21 pollici, sedili bicolore in pelle Designo e fianchetti con disegno che replica la tramatura della fibra di carbonio, o ancora la doppia tonalità riservata alla pelle che riveste la strumentazione. Fabiano Polimeni