La carica dei Seicento. A questo arriverà la futura X6 M? Lo sviluppo della nuova generazione prosegue e data l’indole della vettura, che resterà una poderosa SUV-Coupé, la versione più straripante sarà anche la portabandiera del modello.

Non arriverà subito, potrebbe volerci un anno, forse anche mese in più per X6 M. I muletti stanno comunque girando da tempo e le forme, seppur celate, non mentono. Rimarrà il stazza imponente e il design, muscolo, non passerà certo inosservato. Il nuovo doppio rene sulla calandra ricalca quello della X5 (dalla quale X6 deriva) ed è il più grande di sempre. Sposando la filosofia del modello.

Anche i gruppi ottici anteriori riprendono le forme del nuovo SUV. X6 M ovviamente disporrà di paraurti bombati, prese d’aria generose, terminali di scarico (in doppia coppia) “guerrieri”. Dettagli aerodinamici e altri estremismi saranno tipici della versione. Ma il modello non rinnegherà le linee, anche al posteriore della serie attuale. Anzi.

Se le X6 “umane” presenteranno i 6 cilindri Diesel (anche il quadri turbo da 400 cv) e benzina ed è lecito attendersi una versione plug-in come per X5, anche X6 M rimarrà nel solco. Quello classico. Col V8 turbo benzina di 4.4 litri. E se M5 arriva a 600 cavalli, è chiaro che il SUV Coupé non sarà certo da meno. Giammai.