FCA e Grimaldi Lines hanno inaugurato, al porto di Civitavecchia, la nave Grande Torino che trasporterà in Nord America alcune delle auto prodotte dal marchio. All'evento, presentato da Massimo Giletti e Cristina Chiabotto, erano presenti, oltre alle autorità locali, anche il vertice della Supply Chain di Fiat Chrysler Automobiles (FCA) e il top management del Gruppo Grimaldi.

L'inaugurazione coincide con il cinquantesimo anniversario dall'avvio della partnership tra l'allora Fiat e Grimaldi Lines sancita dal varo della nave Warrington, impiegata per i trasporti tra Italia e Regno Unito.

"Manovra Perfetta", promozioni Fiat e Lancia di novembre

La Nave Grande Torino per FCA 

La Grande Torino svolgerà itinerari settimanali, toccando i porti di Civitavecchia, Gioia Tauro, Livorno, Savona, Valencia e Anversa caricando i mezzi Fiat, Jeep e Maserati destinati a nord e centro America. Nei viaggi di ritorno, farà tappa in Messico per il carico dei veicoli RAM destinati al nostro mercato.

Nella cerimonia di inaugurazione erano schierati su una delle banchine del porto di Civitavecchia alcuni dei veicoli che saranno trasportati sulla Grande Torino: Fiat 500X Sport, il Ducato di Fiat Professional, l'Abarth 595 esseesse, l'Alfa Romeo Stelvio, la Jeep Renegade e la Lancia Ypsilon Monogram.

Fusione FCA PSA, il colosso da 50 miliardi di dollari

Realizzata nel cantiere cinese Yangfan di Zhoushan, la Grande Torino ha una lunghezza di 200 metri, una stazza lorda di 65.255 tonnellate e può viaggiare a una velocità di 19 nodi, circa 35 km/h. La nave, battente bandiera italiana, ha una capacità di carico di circa  7.600 CEU (Car Equivalent Unit) e può imbarcare, oltre alle auto, anche altri mezzi rotabili come camion, trattori, autobus o scavatrici. La Grande Torino è dotata, inoltre, di motori a controllo elettronico per alimentare i sistemi di bordo durante la sosta in porto e ridurre, di conseguenza, le emissioni inquinanti del mezzo.