Dopo la debacle del Salone di Ginevra, le varie case automobilistiche stanno procedendo a presentare le novità che sarebbero dovute essere esposte in Svizzera attraverso internet: fra queste c’è anche Renault che ha presentato digitalmente l’importante restyling a cui è stata sottoposta la sempreverde Megane, aggiornata al model year 2020 e dotata di tutti quegli accorgimenti utili per farla tornare attuale e competitiva.

Megane alla spina

Fra le varie novità che però accompagnano questo aggiornamento di mezza vita della Renault Megane, la più importante è sicuramente data dall’introduzione della nuova motorizzazione ibrida plug-in E-Tech, per lo sviluppo della quale Renault dichiara di aver depositato oltre 150 brevetti. Il nuovo powertrain ibrido sarà capace di 160CV e sarà basato su un motore termico quattro cilindri da 1,6 litri accoppiato a due motori elettrici e a una innovativa trasmissione automatica senza frizione che dovrebbe garantire innesti appena percettibili e un altissimo rendimento meccanico. I due motori elettrici saranno alimentati da un pacco batterie da 9,8 kWh (e 400V) che dovrebbero garantire una autonomia (secondo il ciclo WLTP) di 50 km nel ciclo misto e di 65 km in città, con inoltre la capacità di raggiungere i 135 km/h in modalità 100% elettrica.

In questo modo la rinnovata Renault Megane E-Tech Hybrid raggiunge nuove vette di versatilità, grazie alla possibilità di circolare senza consumare carburante nei percorsi cittadini ma potendo comunque sfruttare tutta l’autonomia di un tradizionale motore termico per poter anche percorrere lunghi tragitti senza problemi di sorta, il tutto strizzando inoltre un occhio all’ambiente, grazie ad una sensibile riduzione di consumi e, conseguente, di emissioni, sia inquinanti che di gas serra (1,3 l/100km e 30 g/km di CO2 secondo il ciclo WLTP). La vettura inoltre disporrà di tre diverse modalità di guida, da quella denominata Pure, per guidare in modalità 100% elettrica (batteria permettendo), a quella MySense, la quale ottimizza la modalità ibrida e le sue caratteristiche fino alla modalità Sport, con cui spremere il massimo dai tre motori disponibili.

Le novità della nuova Megane E-Tech Hybrid però non si fermano al solo cuore della macchina ma coinvolgono anche lo stile della carrozzeria e le dotazioni tecnologiche di bordo: sulla media della Losanga debutta infatti il sistema Renault Easy Link con schermo digitale touch screen da 10,2 pollici. A livello estetico la Megane E-Tech Hybrid è riconoscibile dallo sportellino di ricarica posto sul lato destro, dal sottile profilo blu sui coprimozzi e dai badge identificativi posti sul portellone e sui montanti del tetto. 

E quelle sportiva

Dal lato opposto della barricata, troviamo la nuova Megane R.S., anche lei una delle vetture che erano attese a Ginevra ma che purtroppo potremo ammirare solo dallo schermo di un computer. La versione 2020 della purosangue francese sarà disponibile solo con il motore della Megane R.S. Trophy (il 1.8 turbo da 300 cv) al posto della precedente unità da 280 cv, portando quindi in dote anche un aumento della coppia, ora di 420 Nm (+30 Nm) per la versione con cambio automatico EDC e di “soli” 400 Nm per la versione con cambio manuale. A tutto questo sarà abbinato il nuovo R.S. Monitor, con il quale visualizzare in tempo reale le performance dell’auto.

Gli aggiornamenti presentati da Renault per la sua Megane saranno disponibili su tutte le versioni della media, nei concessionari a partire dall’estate 2020.